Autopsia sul corpo di Maddalena. Difficile stabilire le cause di morte

L’OMOCIDIO DELLA 39ENNE
È stato eseguito ieri, con la presenza dei consulenti di tutte le parti, l’esame autoptico sul corpo di Maddalena Calabria, 39 anni di Molteno. Il suoi resti furono rinvenuti sotto terra all’esterno del cimitero di Tavernerio nel corso di lavori di scavo avvenuti nel dicembre 2001. Per la Procura, l’omicidio avvenne nel 1993, quando Maddalena scomparve, e per quel delitto i sospetti sono caduti su Fabio Citterio, di Lurago d’Erba e la cugina Tiziana Molteni. L’esame del Dna ha attribuito con
certezza i resti trovati a Tavernerio a Maddalena, mentre l’esame di ieri, su un corpo ovviamente in avanzato stato di decomposizione, non avrebbe permesso di capire le esatte cause della morte. Per la Procura, la donna fu bastonata e poi soffocata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.