Autosilo Sant’Anna, il consiglio regionale boccia la mozione del Pd

Il parcheggio del Sant'Anna allagato

Il caso del parcheggio dell’ospedale Sant’Anna e degli introiti al Comune di San Fermo è arrivato in consiglio regionale.
E l’aula, questo pomeriggio, ha bocciato la mozione di Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd con la quale si chiedeva che «almeno in parte, gli incassi dell’autosilo venissero destinati allo stesso presidio, ad esempio per interventi di miglioramento», come recitava il testo della mozione. Ma il consiglio si è però espresso in modo netto con 32 voti contrari, 1 astenuto e 19 favorevoli e il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi ha dunque dichiarato respinta la mozione.
I dem comaschi avevano promosso anche una raccolta firme sottoscritta da più di 5mila persone. «Sono cittadini che trovano inaccettabili i termini dell’Accordo di programma del 2003 e la scelta di far confluire tutti i soldi del costoso parcheggio nelle casse del solo Comune di San Fermo – dice Orsenigo – Da ciò la richiesta alle forze politiche presenti in consiglio regionale di appoggiare e votare a favore della nostra mozione», si leggeva nel testo presentato a corredo. Ieri in aula, poco prima della votazione era arrivato anche l’appoggio del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Raffaele Erba che chiedeva di poter destinare parte delle somme eventualmente dirottate dalle casse comunali di San Fermo anche per delle migliorie per il trasporto pubblico che conduce all’ospedale. Infine, prima di lasciare spazio alla votazione, il sottosegretario della Lega Fabrizio Turba ha espresso, a nome della giunta, la contrarietà alla mozione. Contrarietà che è poi stata sancita dal voto in aula. «Il parcheggio dell’ospedale Sant’Anna di Como continuerà a essere caro per i malati e le loro famiglie e a riempire le casse del solo Comune di San Fermo della Battaglia: lo ha deciso la maggioranza di centrodestra bocciando la mia mozione in cui volevamo cominciare a modificare almeno negli intenti una situazione che non piace ai comaschi», è l’amaro commento a caldo di Angelo Orsenigo che conclude assicurando: «noi non molliamo e continueremo la nostra battaglia affinché i proventi del parcheggio dell’ospedale Sant’Anna vengano almeno in parte destinati allo stesso presidio, magari per interventi volti a migliorare l’accesso o il pronto soccorso, anziché interamente al Comune di San Fermo». Il dispositivo della mozione bocciata impegnava il presidente Fontana «a comunicare agli enti sottoscrittori dell’accordo di programma le valutazioni sulla gestione del parcheggio e a promuovere la convocazione del collegio di vigilanza con lo scopo di definire una differente gestione, più ispirata al beneficio collettivo, che preveda il miglioramento delle soluzioni di sosta offerte agli utenti, ai visitatori e ai lavoratori dell’ospedale; la riduzione delle tariffe; la destinazione dei proventi della gestione del parcheggio a favore dell’Asst Lariana per investimenti di miglioramento delle strutture ospedaliere e sanitarie». Adesso dunque si dovranno capire le prossime mosse da mettere in campo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.