Autosilo sotto piazza Cavour. No di albergatori, Pd e Pdl

Stroncature in serie per l’ipotesi contenuta nel nuovo Pgt
Un’accoglienza peggiore, probabilmente, l’ipotesi di un nuovo autosilo da realizzare sotto piazza Cavour non poteva trovarla.
Una sorta di fronte compatto e “militarizzato”, infatti, ha stroncato
l’ipotesi sul nascere (sulla quale, peraltro, grava già il parere negativo contenuto della Valutazione ambientale strategia legata al nuovo Piano di governo del territorio).
L’idea di un nuovo parcheggio multipiano sotto la superficie del salotto buono di Como è contenuta nelle carte del Pgt che a breve approderà in consiglio comunale per l’approvazione tassativa entro il 31 dicembre prossimo.
A inserire l’ipotesi è stato il dirigente del settore Mobilità di Palazzo Cernezzi, Pierantonio Lorini. Aggiunge soltanto, a margine degli aspetti tecnici, che una soluzione simile sarebbe probabilmente andata incontro alla cronica richiesta di parcheggi dei residenti del centro storico e avrebbe accolto anche i turisti diretti negli hotel che si trovano nella città murata.
Eppure, proprio dal presidente degli albergatori comaschi, Roberto Cassani, proprietario dell’Hotel Metropole Suisse che proprio su piazza Cavour si affaccia, arriva un no secco. «Con il cantiere per le paratie ancora in alto mare, non mi sembra proprio il caso di tornare su un’idea ormai vecchia e superata – ha detto Cassani – Tra l’altro penso che l’impatto di un’opera del genere in piazza Cavour avrebbe lo stesso impatto negativo del cantiere sul lungolago. Sono totalmente contrario, dunque, a questa prospettiva. Prima di tutto si chiuda il cantiere delle paratie. E poi, semmai, si punti a dare un aspetto degno a piazza Cavour, che così è impresentabile».
E se dal presidente degli albergatori arriva questa bocciatura secca, anche il mondo della politica è allineato.
Furioso, addirittura, il consigliere comunale del Pd, Gioacchino Favara. «In città abbiamo ben altri problemi e priorità da affrontare, dai grandi cantieri alle buche nelle strade passando per il futuro di Politeama, Villa Olmo e i giardini. L’autosilo in piazza Cavour non serve – ha chiuso Favara – E anche il dirigente Lorini che lo sostiene non dovrebbe ingerire in scelte che competono solo alla maggioranza e alla giunta».
Anche il consigliere comunale del Pdl, Enrico Cenetiempo, proprietario di un bar a poche centinaia di metri da piazza Cavour, dice no al progetto.
«Se ne era già parlato anni fa, ai tempi della discussione sul progetto delle paratie – ha ricordato il consigliere – Ma non se ne fece nulla per questioni tecniche e ancora di più economiche. Ora, poi, sono convinto che se Lucini, che è geologo, ha paura dell’impatto delle paratie sugli edifici vicini, sarà terrorizzato anche dalla prospettiva di un autosilo in piazza Cavour».

Emanuele Caso

Nella foto:
L’ipotesi di costruire un autosilo sotto piazza Cavour è contenuta nei documenti allegati al Piano di governo del territorio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.