Autostrade: De Micheli, su Aspi no a rinvii all’infinito

Con Cdp trattativa rigorosa nell'interesse della stessa Atlantia

(ANSA) – ROMA, 25 SET – "Il governo non è disponibile a dilazionare per un tempo infinito". Così il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli circa i tempi per chiudere la partita sul futuro di Autostrade per l’Italia. ."Su Cdp e Atlantia ritengo di non dover entrare perché io sono il concedente, una parte terza. Credo che Cdp nell’ambito della sua autonomia stia portando avanti una trattativa rigorosa anche nel rispetto degli obiettivi che la stessa Atlantia si è data" ha poi aggiunto. Il 14 luglio Atlantia e Autostrade hanno "scritto cose molto precise in due lettere sulle quali abbiamo discusso per molte ore in consiglio dei ministri" ha ricostruito il ministro "Le conseguenze di quelle lettere – ha proseguito – sono stati due tavoli, uno al Mit per l’atto transattivo sulla concessione e l’altro con Cdp per l’operazione societaria per determinare l’uscita di Atlantia dalla composizione societaria di Aspi. Questi due obiettivi, che sono stati fissati in quelle due comunicazioni al governo, credo che debbano essere raggiunti, anche in coerenza con le dichiarazioni che Atlantia ha fatto. Ed è su questi due obiettivi che il governo aveva dato il via libera di tipo politico". Quanto su Alitalia De Micheli ha detto che: "Il decreto è pronto, è questione di giorni, c’è stato un problema applicativo che abbiamo risolto". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.