Autovelox e raffica di multe in viale Fulvio Testi. Avvocato comasco tra i portavoce della protesta

Controllo elettronico della velocità

C’è anche un avvocato comasco tra i portavoce del gruppo di protesta creato per contestare la valanga di multe comminate dall’autovelox installato nel dicembre scorso a Milano, in viale Fulvio Testi.
Una delegazione è stata ricevuta martedì sera dall’assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli, che alla fine del vertice ha aperto almeno ad un approfondimento del caso.
L’autovelox è attivo e sanziona dall’11 dicembre scorso ed è tarato a una velocità di 50 chilometri orari dove un tempo il limite era posto a 70 chilometri orari.
Le prime contravvenzioni sono state notificate da Palazzo Marino solo diverse settimane dopo l’entrata in funzione dell’apparecchio e ci sono automobilisti che hanno ricevuto decine di multe per importi complessivi di migliaia di euro e con l’azzeramento dei punti della patente.
L’avvocato comasco, ad esempio, ha ricevuto 8 multe. «Si tratta di una vicenda paradossale – sottolinea il legale – Passo da quella via sempre attorno alle 6.45 del mattino e la velocità media che risulta dalle multe è tra i 60 e i 65 chilometri orari. Quella fascia oraria è considerata notturna, quindi la sanzione raddoppia e arriva a 250 euro, oltre ai punti della patente cancellati».
Il gruppo di protesta contesta la segnalazione insufficiente sulla presenza dell’autovelox e il ritardo nelle notifiche delle multe, che ha creato le situazioni estreme di contravvenzioni a raffica per gli automobilisti che percorrono quasi quotidianamente quel tragitto.
Nell’incontro di martedì, l’assessore del Comune di Milano ha ribadito il corretto operato dell’amministrazione, ma avrebbe aperto appunto alla possibilità di rivalutare almeno la situazione.
La richiesta del gruppo di protesta, pronto a ricorrere anche alle vie legali, è quella di tenere conto almeno della buona fede degli automobilisti nei casi di ripetute sanzioni per la stessa violazione.
Gli aggiornamenti e una petizione online contro gli autovelox “spietati” e i limiti di velocità fortemente contestati sono disponibili sulla pagina Facebook del gruppo “Multe Milano: Viale Fulvio Testi Palo della luce 10-11”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.