Aveva una base logistica a Bregnano l’agenzia di viaggi per clandestini

Otto arresti in tutta Italia
(m.pv.) Una associazione per delinquere finalizzata a favorire l’ingresso e la permanenza irregolare di immigrati sul territorio italiano ed europeo. Con questa accusa ieri mattina sono state eseguite otto ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Catania dopo le indagini della squadra Mobile della città etnea, ma anche dei collegi di Siracusa e del Servizio centrale operativo. Tra gli otto in manette – tutti egiziani – c’è anche un pizzaiolo residente a Bregnano, 34 anni, accusato di aver fornito una base logistica nella nostra provincia a chi voleva avvicinarsi al confine per andare in Svizzera.

Secondo l’accusa – che ha monitorato otto sbarchi di clandestini egiziani e siriani lungo le coste di Siracusa e Catania, tutti organizzati dalla banda – gli arrestati riuscivano a prendere in consegna le persone appena sbarcate e a farle sparire dalla circolazione potendo contare appunto su più basi di appoggio in tutta Italia. Lo scopo finale era quello di far superare clandestinamente il confine. Una sorta di “agenzia di viaggi” per clandestini, l’hanno definita gli inquirenti, con una base logistica anche a Bregnano. Secondo la polizia, la banda avrebbe favorito l’ingresso illegale in Italia di 1186 stranieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.