Sport

Azzurri, il piatto piange. E il futuro fa paura

altIl Como è in zona playout e domenica attende il lanciatissimo Sudtirol

 

Un calendario sfavorevole e avversarie nella lotta per non finire nei playout che sembrano decisamente in forma.
Le premesse, insomma, non sono buone per un Como in versione volata finale di campionato.
L’esordio di mister Giovanni Colella sulla panchina degli azzurri non è

stato favorevole, con la sconfitta di Pavia per 2-1. Uno stop maturato, a dire il vero, con un rigore giudicato dai più inesistente, che nel finale ha punito i lariani.
Ma, al di là di tutto, la classifica è lì che parla da sola, con una situazione decisamente difficile e, in prospettiva, una serie di partite da affrontare poco abbordabili.
La graduatoria
Se il campionato finisse oggi, il Como si ritroverebbe nei playout. Dopo il ko di Pavia, i lariani sono al quartultimo posto, in compagnia del Cuneo, a 24 punti. Dietro ci sono la Reggiana a 22, il Treviso a 12, la Tritium a 10.
Ma, più che indietro, è meglio guardare davanti. In questo momento la prima formazione nella zona non-playout (il Portogruaro, a quota 27) ha tre punti in più. Che comunque non sono pochi. Ci sono poi l’AlbinoLeffe a 29 e la Cremonese a 30.
Una forbice che non è ancora molto allargata, ma c’è il rischio concreto – doverosi gli scongiuri di rito – che ciò avvenga.
Gli avversari
Uno dei problemi per gli azzurri e che chi si trova davanti in classifica nelle ultime giornate ha dato l’impressione di essere in crescita, mentre i lariani hanno rimediato le sconfitte con Feralpi Salò (interna) e Pavia, in trasferta contro una formazione che non vinceva da metà gennaio.
Il Portogruaro, dal canto suo, è il primo interlocutore per chi è in zona playout e, non più tardi di domenica scorsa, ha capitalizzato al meglio la sfida interna con il Cuneo, vincendo per 1-0.
L’AlbinoLeffe senza la penalità di sei punti per la vicenda del calcioscommesse sarebbe in zona playoff e l’altro ieri ha liquidato seccamente la Reggiana imponendosi per 3-0. Difficile pensare ai bergamaschi, in costante crescita, ancora a lungo nella zona bassa della graduatoria.
C’è poi la Cremonese, che ha avuto una stagione alterna e che domenica è stata fermata in casa dalla Virtus Entella (1-1). I grigiorossi hanno però giocato meglio e sprecato un rigore in zona Cesarini.
Insomma, chi precede gli azzurri, in un modo o nell’altro, se la passa meglio, anche dal punto di vista del morale, non soltanto sul fronte della condizione generale.
Il calendario
In un quadro generale non troppo piacevole – sta agli uomini di mister Colella renderlo idilliaco – si inserisce anche un calendario che mette gli azzurri di fronte a una serie di partite non troppo agevoli.
Domenica prossima al Sinigaglia arriva il Sudtirol (o Alto Adige), formazione che in questo momento è lanciatissima, visto che è terza in classifica e punta a contendere il primo posto a Lecce e Trapani. L’avversario peggiore, dunque, in questo momento del campionato.
Poi ci sarà la trasferta di Cremona, in posticipo serale lunedì prossimo, che precederà un’altra gara lontana dal Sinigaglia, quella di Trapani.
Poi, il 7 aprile, la gara al Sinigaglia contro il Treviso, attualmente penultimo, che precede lo scontro di Cuneo, formazione che in questo momento ha gli stessi punti degli azzurri.
Insomma, una sequenza di match che, per come stanno andando le cose, non appare molto confortante, ma è anche vero che, se si vuole rialzare la testa e mostrare il proprio valore, a questo punto devono emergere valori importanti che vanno al di là del valore degli avversari.
Gli espulsi
Quella dei cartellini rossi si è rivelata una “piaga” nell’attuale stagione del Como. Domenica scorsa, a Pavia, gli espulsi sono stati due: il difensore Cesare Ambrosini e il capitano Andrea Ardito, che dunque salteranno il match del Sinigaglia di domenica prossima contro la squadra altoatesina.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Un Como-Alto Adige del passato. Domenica prossima questo confronto andrà in scena allo stadio Sinigaglia alle 14.30
5 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto