Azzurri, messaggio alle rivali del girone A

Como Carrarese

Un turno che nel complesso è stato favorevole per il Como: vincendo per 2-1 allo stadio Sinigaglia con la Carrarese, in un colpo solo ha conquistato il secondo posto nella classifica del girone A e ha avvicinato la capolista Renate. L’ultima giornata di campionato, la terza con Giacomo Gattuso alla guida della formazione lariana, ha sorriso agli azzurri.
A questo punto guida il Renate – che a Olbia ha pareggiato 2-2 – a quota 32, a +4 dal Como, che si è avvantaggiato anche dal 2-2 tra Pro Vercelli e AlbinoLeffe per guadagnare una posizione in graduatoria. Al quarto posto è però balzata una formazione che in questa stagione era partita male e che ha ingranato la marcia, l’Alessandria.
Una squadra che, per la sua esperienza – aveva spesso sottolineato l’ex mister degli azzurri Marco Banchini – era da temere. I fatti gli stanno dando ragione.
I “grigi” hanno conquistato il derby piemontese con la Juventus Under 23, portando a casa la terza vittoria consecutiva. Un interlocutore di cui tenere conto nella volata per le prime posizioni in cui il Como, con gli ultimi risultati si sta proponendo con autorevolezza. Alle spalle le altre hanno tentennato: la Carrarese ha ceduto al Sinigaglia, il Lecco per 2-1 sul terreno della Pro Patria. Quasi incredibile il cammino della Pro Sesto, rivelazione del torneo, ma che dall’incontro infrasettimanale perso con il Como ha deluso sempre. Domenica è stata superata in casa per 2-0 dal Pontedera.
Tra le compagini che erano potenzialmente ben accreditate, molto male il Novara, battuto per 2-0 dalla Pergolettese: ieri i dirigenti del club hanno deciso di esonerare Michele Marcolini (sette gare senza successi) che era subentrato a Simone Banchieri. Quest’ultimo è stato richiamato e guiderà dunque di nuovo la squadra a partire dall’impegno interno con la Pro Patria.
A chiudere la zona playoff, in decima posizione, il Grosseto, reduce dall’affermazione esterna (1-0) sul terreno della Giana Erminio. I toscani – prossimi avversari del Como, domenica alle 15 – hanno così dato un dispiacere all’ex azzurro Oscar Brevi, chiamato a guidare la squadra di Gorgonzola, penultima davanti al fanalino di coda Lucchese. Ancora una pericolante, dunque, si è affidata all’ex capitano azzurro, che nella stagione 2019-2020 ha lavorato all’Olbia.
Come detto, i lariani sono attesi dalla sfida con il Grosseto; seguirà il match interno con il Livorno. Sui labronici pesano però ancora pesanti incognite sul fronte societario. Domani è il termine ultimo per pagare stipendi e contributi. Se non dovesse accadere, si procederà con l’esclusione dal campionato. Una situazione non semplice. In queste ore si attendono ulteriori sviluppi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.