Azzurri «strigliati» al lavoro. Incombe la gara di Ciserano

Como Ciserano

Sergey Piccirillo teoricamente disponibile; Aron Katuma per ora non schierabile in attesa di mettere a posto qualche documento. Questa la situazione dei due ragazzi del 2000 che in settimana sono arrivati al Como.
«Piccirillo è un ragazzo molto promettente – dice il direttore azzurro Ninni Corda – e già fin dai primi allenamenti ha mostrato le sue qualità. Un discorso che vale anche per Katuma, un esterno che ha buoni margini di miglioramento, soprattutto nella fase difensiva». Piccirillo, di origine ucraina, ha la fama di essere un portiere para-rigori; Katuma (belga con passaporto congolese) nella sua carriera a livello giovanile ha mostrato di avere una buona propensione al gol quando era al Novara. Entrambi giungono da squadre di serie A, rispettivamente Atalanta e Spal, e vengono a compensare l’assenza di elementi fermi ai box per problemi dati da infortuni. Sono ancora fermi, infatti, il portiere Mirko Bizzi e il difensore Roberto Ferrari.
La formazione lariana prosegue la preparazione in vista della partita di domenica prossima contro il Ciserano (nella foto, esultanza azzurra nella sfida di andata). Lariani chiamati a un riscatto dopo il pari interno con l’Olginatese che, unito alla vittoria del Mantova contro lo Scanzorosciate, relega gli azzurri al secondo posto in classifica, a -2 dai virgiliani.
«La squadra è stata strigliata per bene – ammette ancora Ninni Corda – e, per come ha lavorato questa settimana, quello che è stato detto è stato recepito per bene. Ora si tratta di trasferire sul campo questo cambio di atteggiamento che abbiamo chiesto: non possiamo più permetterci gare come quella di domenica scorsa contro l’ultima in classifica del girone».
Il Ciserano è una formazione di bassa classifica guidata da un nome noto del calcio italiano, l’ex difensore della Juventus Sergio Porrini; dunque una squadra che ha bisogno di punti per non farsi risucchiare nella lotta per non retrocedere. Nel Como mancherà il capitano Federico Gentile, squalificato per due turni dopo l’espulsione con l’Olginatese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.