Sport

Azzurri verso il baratro. I tifosi: «Rischio retrocessione»

altPreoccupazione dopo la sconfitta rimediata a Cremona

 

«Né anima, né gioco, né tiri in porta: errori frutto di deconcentrazione mista a mancanza di una benché minima idea di gioco hanno portato ad un risultato già definitivo nel primo tempo. Non riesco a non pensare

ai playout e a come questa squadra, la nostra squadra, deve prepararsi per evitare la retrocessione. L’unico pensiero non può che essere questo». Roberto Scarlattei, storico tifoso del Calcio Como, al pari di tanti sostenitori azzurri ha visto in televisione la gara degli azzurri dell’altra sera a Cremona e ha scritto le sue impressioni. Le ha pubblicate su Facebook, nel sito “Quando il Como era il Como” e, già che c’era, le ha mandate direttamente al presidente Pietro Porro.
Un 3-1 per i grigiorossi sconfortante, quello di lunedì sera, in una serata in cui nulla è andato per il verso giusto, con una prestazione generale negativa della squadra lariana.
E anche se un buon numero di sostenitori si prepara ad affrontare la lunga trasferta di domenica prossima contro la capolista Trapani, tra i fan azzurri serpeggia sempre di più il malumore.
Non tanto per i risultati e per una classifica che vede la squadra lariana quartultima e destinata a giocare nei playout; ma quello che non piace è l’atteggiamento dei giocatori, che in molti hanno definito, usando un eufemismo, «svogliato».
Il messaggio di Scarlattei, che peraltro ha avuto un largo seguito e molti “mi piace”, invita anche a riflettere sulla scelta di cambiare allenatore e di affidare la squadra a un tecnico più esperto.
Il tifoso azzurro, raggiunto telefonicamente, su questo argomento sottolinea: «Ho condiviso la decisione di sostituire Paolucci, ma allo stesso tempo avrei affidato la squadra a un tecnico più esperto, a uno che queste situazioni a questi livelli le ha già vissute. E non è il caso di Giovanni Colella, che allena da molto tempo, ma non ha questo tipo di esperienze».
Scarlattei pone il discorso su due piani. Su quello societario non ha nulla da dire: «Noi tutti tifosi siamo grati a questo gruppo dirigenziale, che ha ridato un nome al Como, e sicuramente non lo dimentichiamo».
Ma il problema, per lui, è sostanzialmente tecnico. «Purtroppo sono molto preoccupato – spiega – perché in questo momento la squadra è destinata a giocare i playout e non sono nemmeno troppo ottimista sulle sue prospettive. Il rischio serio è che qui si sprofondi in Seconda Divisione e da un punto di vista sportivo sarebbe un dramma. Anche perché a questo punto ho una serie di perplessità sul gruppo che è stato costruito. Si parla di giocatori di qualità, ma se le vittorie sono state soltanto cinque e la classifica è quella che è… ci sarà un motivo».
Lo storico tifoso della squadra lariana ribadisce che «in questo momento bisogna ragionare solo sui playout ed è necessario guardarsi alle spalle, per evitare di essere superati da chi ci segue, per non essere sfavoriti quando ci saranno gli spareggi. Personalmente ritengo che questa squadra debba essere affidata a un tecnico esperto, che sia esperto di queste navigazioni in acque poco tranquille e che abbia già vissuto simili situazioni».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Roberto Scarlattei, storico tifoso.
20 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto