Babbo Natale in Vespa multato dai vigili

Babbo Natale

Ben 444 contravvenzioni per divieto di sosta in 3 giorni

Aveva forse fretta di consegnare i regali il Babbo Natale sprint che lo scorso sabato, a bordo di una Vespa rombante, è stato fermato mentre circolava in piazza Verdi senza patente e senza assicurazione. E così l’uomo di 60 anni, vestito di rosso e barba bianca d’ordinanza, adesso dovrà rispondere dell’infrazione. Il mezzo è infatti stato sequestrato e verrà restituito dietro il pagamento di 594 euro che diventeranno 848 se non si salderà il conto entro 5 giorni, che saliranno a 3.396 euro se pagata oltre il temine previsto di due mesi.

Inoltre, per la guida senza patente, è stata comminata una sanzione di 3.500 euro. Conto decisamente salato dunque per questo Babbo Natale a pochi giorni dal 25 dicembre.
Per poter riottenere il proprio ciclomotore l’uomo fermato dovrà anche provvedere quanto prima al pagamento di una polizza Rca con validità di almeno 6 mesi.

I vigili di Como, oltre che “pescare” in errore Babbo Natale, durante il weekend festivo appena trascorso hanno svolto un’intensa opera di controllo sul territorio cittadino. Un’azione sempre più necessaria anche in considerazione del vero e proprio assalto al centro cittadino durante queste festività natalizie da record in tema di presenza a Como. Questi i principali risultati: durante i tre giorni sono state infatti staccate ben 444 multe per divieto di sosta, più una per parcheggio su aiuole (236 il venerdì, 134 il sabato e 74 la domenica). Tre invece le auto rimosse il venerdì dell’Immacolata, nessuna negli altri due giorni. Numerose infine le pattuglie in strada. Ben 26 nella giornata di venerdì suddivise nei tre turni del mattino, pomeriggio e sera. Ventuno il sabato e 15 la domenica. La polizia locale, inoltre, ha anche precisato come, sempre nella giornata di venerdì 8 dicembre – quella più difficile sul fronte del traffico – è stato disposto anche un controllo specifico nei viali dei giardini di viale Varese che ha impedito la sosta selvaggia come accaduto nello scorso weekend e ha contrastato il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Tre giorni dunque che preannunciano possibili situazioni uguali prima di Natale.

Articoli correlati