Lettere

Baby-prostitute, realtà falsamente celata

Moralismi e responsabilità

Se ne parla tanto in questi giorni. Si dice e si scrive di come sia stata “scoperta” una realtà fino a ora celata: quella delle baby-prostitute. Ma lo era davvero, nascosta, questa marcia realtà?
Condivido e sottoscrivo la posizione dello psichiatra Vittorio Guidi.
Iniziamo a usare i termini giusti, perché le parole hanno un valore fondamentale: definiscono la posizione e il punto di vista di chi parla e modificano radicalmente l’impatto su chi ascolta! Perciò chiamiamola pure col nome che ha: violenza, psicologica e carnale, su minore.
Spostiamo l’asse del problema dallo sbigottimento e dall’attenzione morbosa su queste ragazzine e puntiamo i riflettori -soprattutto istituzioni, media e perché no anche genitori – su chi davvero ne è responsabile e va punito.
Chi sfrutta la debolezza psicologica e i falsi miti di queste bambine, perché tali sono; su chi si macchia di un crimine tanto orrendo come quello di  “abusare/usare” sessualmente di questi esseri umani; sulle mamme che fingono e sostengono di non vedere e su quelle che addirittura partecipano a questa discesa  in un inferno dal quale poi sarà tanto difficile riprendersi.
Da ultimo, ma non meno importante, su tutti coloro che sanno e non fanno nulla o, peggio, fingono di non vedere e non sapere.
Perché un po’ responsabili spesso lo siamo un po’ tutti e questo diverso punto di vista diventa già un buon punto di partenza.

Ilaria Mascetti

25 Nov 2013

Info Autore

Admin@corcomo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto