Cultura e spettacoli

Bach duetta con Vivaldi in CONSERVATORIO

Evento musicale – Prosegue al “Verdi” la maratona organistica dedicata al compositore tedesco
Prosegue a ritmo serrato, e con molte novità nel programma, la maratona classica all’insegna della musica organistica, partita lo scorso 22 aprile. È il primo Bach Festival nel Salone dell’Organo del Conservatorio Verdi di Como in via Cadorna 4, dove è da poco stato inaugurato un nuovo organo che pare si presti molto, tra l’altro, all’esecuzione di brani del compositore tedesco.
Il tema del festival è Johann Sebastian Bach: Opera Omnia per organo e l’iniziativa vede protagonista il
maestro Enrico Viccardi, docente della classe di Organo e di composizione organistica del Verdi. Il festival è diviso in due edizioni, con 14 concerti e due masterclass. Ci saranno interpreti che rappresentano diverse generazioni e diverse scuole organistiche. Ci sarà Michael Radulescu, esperto della musica di Bach, che arriva da Vienna, Jean Claude Zehnder da Basilea, considerato il “padre” di molti dei più affermati organisti europei dell’ultima generazione. Verrà Roberto Fresco, l’organista titolare della Catedral de Santa María la Real de La Almudena di Madrid, e il giovane ma già famoso organista francese di 27 anni Benjamin Alard, gli organisti italiani come il fiorentino Stefano Innocenti, che ha fatto molte scoperte sulla musica italiana, Marco Ruggeri, docente al Conservatorio di Novara ed organista della Cappella Musicale della Cattedrale di Cremona, Alessio Corti, che ha registrato l’Opera Omnia per Organo di Bach in 17 cd, l’organista bolognese Umberto Forni, docente al Conservatorio di Verona, Maurizio Croci e Francesco Di Lernia, docente del Conservatorio di Foggia.
Oggi alle 17.30 il Salone dell’organo del Conservatorio di Como ospiterà il famoso organista spagnolo Roberto Fresco, che proporrà un programma dal titolo Vivaldi e le trascrizioni. Bach ha trascritto molta musica italiana, tra l’altro di Antonio Vivaldi, sia per organo sia per clavicembalo.
Sono in programma la Fantasia in Sol maggiore, BWV 572, di Johann Sebastian Bach (1685-1750), conosciuta anche come “Pièce d’Orgue”, grazie al titolo francese riportato in molte delle copie manoscritte. Seguirà poi il Concerto in re minore, BWV 596, trascritto per organo dal Concerto grosso op. III n° 11 di Antonio Vivaldi, che fa parte della celeberrima raccolta di concerti L’Estro Armonico, pubblicata da Roger ad Amsterdam nel 1712 (il titolo originale era Concerto per due violini, violoncello e archi).
In questa trascrizione Bach dimostra una grande perizia nel reinventare alcuni effetti e nel rendere organistica la scrittura per archi.
Fresco continuerà il suo recital a Como con I Corali Schübler, BWV 645-650, raccolta di sei preludi stampati e pubblicati nel 1746 da Johann Georg Schübler, dal quale appunto prendono il loro nome. Poi l’organista spagnolo suonerà il Concerto in Fa maggiore, BWV 978, trascritto per tastiera dal Concerto grosso op. III n° 3 sempre di Antonio Vivaldi. Anche questo concerto è tratto dall’Estro Armonico.
A conclusione la Fantasia e fuga in sol minore, BWV 542.
Roberto Fresco è come detto organista titolare della Catedral de Santa María la Real de La Almudena di Madrid.
La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in Europa, Usa, Sudamerica e Filippine, partecipando a cicli di concerti, festival, congressi. Il suo repertorio abbraccia la musica dal secolo XVI alla produzione attuale d’avanguardia.
Fresco ha realizzato varie registrazioni di musica antica spagnola e contemporanea e si è dedicato all’insegnamento, come professore di organo e clavicembalo nei conservatori di Palencia, Salamanca e Madrid. Tra l’altro è il fondatore e direttore dell’Accademia di Organo “Fray Joseph de Echevarria” che svolge la sua attività sugli organi storici di Tierra de Campos (Palencia).
Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

Cécile Prakken

Nella foto:
Roberto Fresco, titolare della Catedral de Santa María la Real de La Almudena di Madrid
13 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto