Balene e sirene, Capossela al Sociale

Oggi l’atteso live
«Incontreremo balene imbalsamate e balene bianche, fino a che il mare ci si richiuderà sopra come una pentola e forse risorgeremo. Andremo oltre il ritorno, folli come quando si inizia una nuova vita e si taglia il ritorno dietro di sé».
Ecco come Vinicio Capossela descrive lo spettacolo che questa sera, alle 21, debutta al Sociale di piazza Verdi a Como (ingresso 50 euro). Un’avventura che racconta come fosse un sopravvissuto di un viaggio d’altri tempi: «Avremo per compagne

le Pleiadi, il diadema del cielo, amico dei naviganti. Scopriremo il nostro coraggio e la nostra codardia nel momento della scelta. Urleremo al cielo la nostra ribellione al silenzio di Dio, alla mancanza di giustizia. Imploreremo la cura alla ferita inflitta dall’amore. Incontreremo chi ci racconterà la storia dall’inizio, come se ci fosse stato».
Marinai, Profeti e Balene, cd vincitore del Premio Tenco 2011, che ispira questo concerto, è il capolavoro di un artista che ha trovato ispirazione attraverso mito e leggenda: «La letteratura di mare – afferma ancora Capossela – è quella che espone di più l’uomo al contatto col suo destino, un mare di carta in cui ritrovare indicazioni utili alla rotta della nostra vita».
Ad accompagnarlo in questo assalto al più nobile palco cittadino, guidato dal canto delle sirene, i suoi fidi marinai: Mauro Ottolini (trombone, conchiglie, ottoni, flauti, kalimba, temporale), Achille Succi (flauti, shakuhachi, shehnai, tin whistle), Alessandro “Asso” Stefana (chitarre, banjo, baglama, armonio), Glauco Zuppiroli (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria, conga, gong delle nuvole, teste di morto), Francesco Arcuri (sega musicale, balafon, campionatore, steel drum, saz, santoor), Vincenzo Vasi (theremin, campionatore, marimba, voce, glockenspiel), Edoardo Rossi (cori, catene, Ciclope) e il coro “Le donne sarde di Actores Alidos” (Valeria Pilia, Manuela Ragusa e Ambra Pintore).

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Vinicio Capossela, atteso stasera in piazza Verdi con la sua nutrita band di musicisti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.