Balerna, morto fulminato sul treno. Era un ventenne del Mali

Aveva vent’anni ed era partito dal Mali il migrante africano morto folgorato il 27 febbraio scorso sul tetto di un vagone di un treno in viaggio tra Lombardia e Svizzera. Il giovane voleva varcare la frontiera evitando i controlli, ma ha trovato la morte poco prima della stazione di Balerna. La conferma sull’identità della vittima del tragico incidente ferroviario è arrivata ieri dalle autorità svizzere. «Il ministero pubblico e la Polizia cantonale – si legge in una nota – comunicano che gli accertamenti effettuati, in particolare l’esame delle impronte digitali, hanno permesso di identificare la vittima. L’inchiesta è coordinata dalla Procuratrice Chiara Borelli». Il giovane aveva già provato a raggiungere la Francia passando da Ventimiglia, in Liguria, ma era stato respinto. Non è ancora chiaro se sia salito sul treno, dove poi ha trovato la morte, a Como o alla stazione di Milano.

Articoli correlati