Ballerini: «Una caduta stupida, ma questo è il ciclismo»

Nazionale italiana ciclismo 2021

Mondiali di ciclismo ancora in corso nelle Fiandre, in Belgio, con il comasco Davide Ballerini costretto a fare da spettatore dopo la caduta nelle fasi iniziali della corsa. Il canturino ha resistito finché ha potuto, ha dato il suo supporto alla squadra, ma poi è stato costretto allo stop.

«Un finale di Mondiale che non mi aspettavo, ma il ciclismo è anche questo e le cadute ne fanno parte – ha spiegato subito dopo il suo stop – Spero di non essermi fatto nulla di grave e che si tratti soltanto una botta. La nostra squadra può comunque avere un ruolo importante, ho visto pedalare molto bene Giacomo Nizzolo e Sonny Colbrelli. Gli altri? Julian Alaphilippe mi ha detto che la gamba c’è; lo stesso vale per Peter Sagan. Anche Mathieu Van Aert non è da escludere dai favori, ma potrebbe vincere un outsider, speriamo un italiano. La corsa si è sviluppata così, con molto nervosismo fin dalle fasi iniziali: io e Trentin siamo rimasti coinvolti in una caduta stupida, ma questo è il ciclismo e bisogna accettare anche queste situazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.