Ballerini, un Giro spettacolare. Savio: «Nel 2019 correrà  con un team di livello mondiale»
Sport

Ballerini, un Giro spettacolare. Savio: «Nel 2019 correrà con un team di livello mondiale»

Davide Ballerini al Giro d'Italia (foto Sirotti) Davide Ballerini al Giro d’Italia (foto Sirotti)

Un Giro d’Italia che è tornato a parlare un po’ comasco. Anche se la “Corsa rosa” non è passata dalla nostra provincia, l’unico corridore lariano al via, il canturino Davide Ballerini, non ha perso occasione per mettersi in luce.
Il 23enne portacolori del team Androni-Sidermec ha rispettato le previsioni della vigilia: il team manager Gianni Savio gli aveva infatti dato l’incarico di entrare nelle fughe giuste e portare a casa punti per le classifiche collaterali.
Missione compiuta per Davide Ballerini che dopo la conclusione del Giro a Roma è risultato al primo posto in ben due graduatorie finali.

Da sinistra, Marco Frapporti, il team manager Gianni Savio e Davide Ballerini Da sinistra, Marco Frapporti, il team manager Gianni Savio e Davide Ballerini

Prima di tutto è arrivato il successo nella classifica dei traguardi volanti, davanti al compagno di squadra Marco Frapporti. Medesima posizione nella classifica della combattività. Peraltro, proprio la prima fuga in assoluto del Giro numero 101 è stata sua, nella seconda frazione, l’Haifa-Tel Aviv.
Un ulteriore podio per Ballerini nella classifica a punti, in cui si è piazzato in terza posizione, alle spalle di Elia Viviani e Sam Bennett. Top ten, invece, nella graduatoria dei chilometri totali in fuga, dove è giunto decimo (primo il suo compagno di squadra Marco Frapporti).
L’Androni-Sidermec ha chiuso il suo Giro d’Italia con un singolare record: ogni giorno ha inserito un suo corridore in una fuga.
Con le sue prestazioni il canturino si è messo in luce ed è finito del mirino delle grandi squadre. La conferma arriva dal team manager dell’Androni-Sidermec Savio. «Ho parlato con Davide del 2019 e lui mi ha manifestato l’intenzione di partecipare a “classiche” del Nord come la Parigi-Roubaix e il Giro delle Fiandre, che ritiene adatte alle sue caratteristiche, ma che per ora, per ragioni economiche, non possono essere nei progetti della mia squadra».

Davide Ballerini al Giro 2018 BettiniPhoto Davide Ballerini al Giro 2018 BettiniPhoto©

«Il contratto con noi scade alla fine di questo 2018 – afferma ancora Savio – e Ballerini mi ha già fatto sapere di avere contatti con le formazioni dell’Uci World Tour: è giusto che sia così».
Nel 2019, quindi, il canturino farà parte di una delle squadre più forti al mondo, che fanno parte di una élite esclusiva. «E posso dire – afferma ancora Savio – che un giorno Davide si potrà togliere molte soddisfazioni nelle “classiche” del Nord, ve lo garantisco. Lo vedremo anche ai Mondiali, anche se non nel 2018, visto che il tracciato è riservato agli scalatori».
Lo stesso team manager traccia un bilancio finale della “Corsa rosa” per la sua formazione. «Abbiamo puntato su un Giro d’Italia frizzante, con l’obiettivo di avere sempre qualche nostro portacolori nelle principali fughe e di ottenere punti nelle varie classifiche. Per questo sono soddisfatto per i risultati di Ballerini e Frapporti e degli altri corridori. Non è arrivata quella vittoria di tappa che ci avrebbe gratificato ulteriormente, ma sono giunti dei buoni piazzamenti. Ci è mancato un pizzico di fortuna».
«Del resto ci siamo preparati come nel calcio – aggiunge – con schemi ben precisi rispetto agli atleti che di volta in volta dovevano scattare. Un lavoro faticoso e preciso che ha dato i suoi frutti».
I tifosi lariani di Davide Ballerini presto avranno una ghiotta opportunità di applaudirlo da vicino. «Questa settimana per la squadra sarà di riposo e scarico – conclude Gianni Savio – La nostra prima uscita sarà al Gran Premio di Lugano».
Appuntamento, dunque, per domenica 3 giugno nella città elvetica per il canturino e per gli altri portacolori dell’Androni-Sidermec, pronti a recitare un ruolo di rilievo in questa corsa che vanta una lunga tradizione, visto che la prima edizione fu disputata nel 1981.
Massimo Moscardi

29 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto