Balocchi 2014, obiettivo Guinness

alt

Turismo e strategie
Più che positivo il bilancio della ventesima edizione: in crescita i visitatori stranieri

(f.bar.) La Città dei Balocchi diventa sempre più internazionale. I mercatini tipici e le altre attrazioni che, ormai da 20 anni, abbelliscono la città di Como sotto Natale attirano sempre più turisti. Molti gli stranieri. Non solo dunque visitatori regionali – che rimangono la maggioranza – ma anche pullman, soprattutto di austriaci e tedeschi, in arrivo sul lago proprio per la kermesse natalizia. Ieri mattina si è svolta la tradizionale conferenza stampa di fine edizione.
E i numeri

di questa rassegna, amatissima dai comaschi, sono da record.
«Circa 4 visitatori su 10 arrivano da fuori provincia (compreso un 3% di stranieri)», dice Daniele Brunati, patron della Città dei Balocchi. Dati emersi da un sondaggio realizzato negli ultimi giorni di manifestazione su un campione di 1.500 persone. Attività per bambini, pista del ghiaccio e mostra dei presepi (solo quest’ultima ha collezionato 70mila visitatori) sono solo alcune delle proposte tra le più amate dal pubblico. Particolarmente apprezzato anche il Como magic light festival che con oltre 200 proiettori posizionati in città ha illuminato, in maniera suggestiva, le location della Città dei Balocchi. «Giro il mondo per lavoro e non abbiamo pari all’estero. Tutti ci conoscono per questo evento oltre che per la bellezza del nostro territorio», dice il presidente degli Amici di Como (da anni main sponsor dell’evento) Silvio Santambrogio. Ancora numeri: 5mila i doni distribuiti il 25 dicembre e il 6 gennaio per un valore di 30mila euro. Più di 25mila i visitatori del piroscafo Patria. Chiusa la 20esima edizione, è già tempo di pensare alla prossima. Rispondendo alle esigenze degli organizzatori, che da tempo chiedono di poter programmare con largo anticipo la manifestazione, l’assessore al Turismo del Comune di Como, Luigi Cavadini, ha detto che l’amministrazione comunale, quest’anno, intende partire prima dell’estate. «Se possibile opteremo per un bando pluriennale da assegnare nei prossimi mesi», ha detto Cavadini.
«È fondamentale per organizzare la stagione turistica lavorare a simili eventi con largo anticipo», ha ribadito il presidente degli albergatori lariani e del Consorzio Como Turistica, Roberto Cassani. Infine è stata annunciata una novità per la prossima edizione: un albero di Natale gigantesco «da Guinness. Si chiamerà l’Albero delle meraviglie e sarà posizionato in piazza Duomo. Abbiamo già uno sponsor», ha detto Daniele Brunati.

Nella foto:
Sopra, la pista del ghiaccio, una delle attrazioni più amate. A destra, l’arrivo della Befana in piazza Duomo (fotoservizio Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.