Bambini e sport a Como, un cammino irto di difficoltà

C’è chi dice no
di Anna Campaniello

Lo sport è da tempo indicato a tutti i livelli come un’attività fondamentale per la crescita e lo sviluppo di un bambino. In materia, slogan e iniziative di promozione ormai non si contano. Peccato che, nella realtà, le società sportive che si dedicano proprio ai piccoli atleti debbano fare i conti con difficoltà sempre crescenti.
Mancanza di fondi, carenza di spazi, strutture fatiscenti, difficoltà a trovare volontari disposti a impegnarsi attivamente. L’elenco degli ostacoli incontrati

da chiunque voglia favorire la pratica dell’attività fisica tra i bambini si allunga quotidianamente. Per questo, la trasmissione “C’è chi dice no” oggi darà voce ai protagonisti del mondo dello sport di Como, per scoprire direttamente da loro quali siano i principali problemi con i quali sono costretti a fare i conti.
Appuntamento con chiunque voglia intervenire questa mattina alle 10.30 davanti alla piscina di Muggiò, dove da anni si attende la nascita di una nuova cittadella dello sport. In serata, a partire dalle 20.30, in diretta negli studi di Etv sarà presente Pierluigi Marzorati, indimenticata bandiera della Pallacanestro Cantù, oggi presidente regionale del Coni. Il campione farà un quadro della situazione sul mondo dello sport giovanile a Como e in Lombardia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.