Bande di Rom assaltavano negozi e bar: tra i colpi anche la sala slot di via Paoli

FOTO FKD 01/02/2013  Como via P.Paoli spaccata sala slot Piper  buco nel muro La sala giochi di via Paoli assaltata dai malviventi in febbraio

I carabinieri del nucleo investigativo di Monza, collaborando con quelli della compagnia di Como, hanno individuato i presunti responsabili del colpo al “Piper Slot” di via Pasquale Paoli andato in scena a Como il 1 febbraio 2014.
Si tratterebbe di una banda di romeni, composta da più persone che si erano associate per commettere furti e spaccate contro attività di ogni tipo, bar, negozi di telefonia, abbigliamento, profumerie ma anche concessionarie di auto, soprattutto (in quest’ultimo caso) per reperire i mezzi da usare per gli assalti.
Due i metodi di azione usati dalla banda: o le auto ariete usate per sfondare le saracinesche oppure, come nel caso di Como in via Paoli, lo sfondamento di vetrate o di muri utilizzando mazze e strumenti per l’edilizia.
Molti i colpi contestati in tutta la Lombardia.
Il gruppo criminale era diviso in realtà in tre bande che interagivano una con l’altra, ognuna con a capo un leader di riferimento (tutti e tre romeni), che poi assoldavano manovalanza nei campi rom del Milanese. Sono una ventina le persone finite nel mirino dei carabinieri.
L’accusa parla di associazione per delinquere finalizzata al commettere i furti.
Colpi che andavano in scena su un territorio molto ampio, che da Como – come detto – scendeva fino alla Brianza e all’Alto Milanese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.