Bara in piazza: le ragioni di Marker

cine Gloria via varesina, spazio Gloria

Una lettera-manifesto rivolta alla città di Como fa luce sul mistero della bara posta di fronte al Teatro Sociale lo scorso 22 febbraio. La rivendicazione arriva da Marker, un gruppo comasco di produzione culturale e di organizzazione eventi che già lo scorso 14 febbraio aveva annunciato la sua fine sui social. Insieme alla data dei “funerali” – che si svolgeranno al Cinema Gloria di via Varesina 72 a Como il 28 marzo (il ricavato della serata contribuirà a salvare la sala dalla chiusura) – da Marker giunge una lettera firmata da Franco Passalacqua, Matteo Montini, Michele Mandaglio e Stefano Lattanzi che spiega il senso della bara. Intitolata “Lentamente muore”, un riferimento alle celebre poesia della scrittrice brasiliana Martha Medeiros, annuncia la fine di Marker come “omicidio e suicidio insieme”: «Marker è morto perché i progetti prima di essere progetti sono persone e le persone hanno bisogno di una comunità che creda, che sogni con loro, che immagini con loro, che li sostenga. Lentamente muore, Como, si smembra, mentre le sue luci si spengono in una notte corta, in un Natale che ravviva i palazzi e poi inghiottisce nel suo buio un anno intero. Manca un’orchestra perché i suoni si facciano musica, manca un collante perché i pezzi siano di più della semplice somma, manca l’ossigeno che alimenti il fuoco, una fiamma giovane da domare, da indirizzare e sostenere, da fortificare. Marker muore e con lui, la nostra città».
Poi l’auspicio: «Ma un antidoto c’è; non è la quarantena. È il suo contrario. L’antidoto sta nella voglia di riunirsi, nell’incontrarsi, nel parlare, nel sognare, nell’entusiasmo contagioso, nello sbagliare e nell’amare quello che si fa». Un appello infine affinché «i progetti guardino a lungo termine, la comunità si faccia rete e la rete si faccia collettività, che i sogni e le visioni si facciano proposte e atti concreti, che le parole diventino azioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.