Barbara Minghetti: presidente a Como, consulente a Parma

© | . . Da sinistra, Barbara Minghetti con il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, l’assessore alla Cultura della città verdiana Laura Maria Ferraris e il nuovo direttore generale Anna Maria Meo

 

«Mi volevano full time, ma io resto a Como, un atto d’amore per la mia città, per la famiglia e per il mio staff, grazie al quale il teatro in questi anni è cresciuto». Così Barbara Minghetti, 50 anni compiuti da poco, presidente del Sociale-As.Li.Co., ieri ha commentato la nomina a «consulente di sviluppo» della Fondazione Teatro Regio di Parma. Un ruolo per cui non rinuncerà agli incarichi comaschi, anche se un giorno alla settimana sarà nella città verdiana. «È prematuro per dire se ci saranno sinergie, ma ben vengano, dati i tempi di crisi, se individueremo progetti su cui operare insieme», ha detto ieri.
Il nuovo direttore generale del Teatro Regio della città emiliana, ruolo per il quale fino a ieri era data per certa la stessa Minghetti, è Anna Maria Meo.
Come spiega l’assessore alla Cultura di Parma Laura Maria Ferraris, membro del consiglio di amministrazione della Fondazione, «siamo ben contenti di averla con noi almeno in parte, per la sua capacità manageriale, di fare rete, di fare teatro in modo diverso. Abbiamo individuato in lei una carta vincente per le politiche di marketing, per dare slancio a progetti educativi e in chiave internazionale». «Como è più avanti di Parma nel dialogo tra la città e il suo teatro, e io lavorerò proprio su tale terreno», ha detto Barbara Minghetti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.