Barlusconi, il maestro che dipinge con il laser

Michele Caldarelli (a sinistra) e Paolo Barlusconi

Armonie di sfere, percorsi di stelle e comete, arte che si fa scienza. Prosegue il viaggio delle visioni cosmiche dello scultore lariano Paolo Barlusconi con la mostra multisciplinare e itinerante “Cosmogonie” che sonda il cosmo e i suoi misteri. Una rassegna in progress dal 2005, curata da Michele Caldarelli che nel 2019 è approdata a Como nel 50° anniversario del primo allunaggio. Dal 29 febbraio al 22 marzo “Cosmogonie” tiene il suo 25° appuntamento a Soncino (Cr) presso il Museo della Stampa di via Lanfranco 6 (orari di visita: da martedì a venerdì 10-12, sabato e festivi: 10-13 e 15-18). La mostra vuole essere un omaggio alla famiglia di origine ebraica dei Soncino che fra i primi utilizzarono le innovazioni tecnologiche della stampa. Barlusconi proprio a Soncino proporrà un uso innovativo della stampa fotografica. Le opere in mostra saranno Lasergrammi, realizzate mediante luce laser catturata carta a fotografica per rappresentare l’energia primigenia da cui è nato il cosmo. Con i “lasergrammi” di Barlusconi sta nascendo anche un libro d’arte nella collezione “8×8” curata da Caldarelli con testo di Ezio Albrile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.