Basket: Cantù illude i suoi tifosi, ma alla fine Milano vince il derby
Sport

Basket: Cantù illude i suoi tifosi, ma alla fine Milano vince il derby

Il primo tempo chiuso in vantaggio, una bella prova corale, l’ottimo inserimento del nuovo acquisto Pat Calathes, un palazzetto come sempre caldissimo. A un certo punto sembrava ci fossero tutti gli ingredienti per un clamoroso successo della Pallacanestro Cantù nel sempre atteso derby contro la capolista Armani Milano. Invece alla fine hanno visto gli ospiti, trascinati dai punti di Krunoslav Simon (esattamente 26) e da un terzo tempo superlativo (10-28 il parziale). Proprio il calo nella terza frazione ha spento le velleità dei canturini (per l’occasione targati “Forst”) che poi nella quarta non hanno lesinato sforzi per cercare di riagganciare gli ospiti, ma ogni tentativo è stato vano. Alla fine l’Armani si è imposta per 79-85.

Una serata con una palasport di Desio gremito, con i tifosi brianzoli che hanno incitato la loro squadra in maniera incessante e che, ad inizio del match, ha applaudito i vincitori dello scudetto – con il logo Forst – nel 1975. Tra loro Pierluigi Marzorati, Fabrizio Della Fiori,  Giorgio Cattini e Carlo Recalcati. Fischi (copiosi) per l’ex Awudu Abass che ha a dire il vero combinato ben poco.

“Sento la necessità di scusarmi con i tifosi per il terzo periodo che abbiamo disputato. In questi dieci minuti, infatti, sono emersi  i limiti della nostra squadra – ha detto coach Kiril Bolshakov negli spogliatoi –  le rotazioni poco profonde e una difesa ancora non di alto livello. Nel primo tempo non abbiamo disputato una brutta gara e  abbiamo avuto anche momenti di buon gioco. Nella terza frazione però abbiamo distrutto ogni possibilità di conquistare una vittoria che i nostri tifosi volevano a tutti i costi. Mi spiace davvero”.

Sull’esordio di Pat Calathes  l’allenatore dei brianzoli ha aggiunto: “E’ stato buono, ma stiamo parlando di un giocatore di alto livello per cui non sono sorpreso. A dire il vero ha commesso alcuni piccoli errori tattici sia in attacco sia in difesa e negli spogliatoi si è anche scusato con i compagni. Credo però sia del tutto normale perché è la sua prima partita e non c’è stato molto tempo per inserirlo nei nostri meccanismi”.

 

Il campionato dei brianzoli riprende il 22 gennaio con la sfida di Venezia contro la Reyer, che all’andata si impose con  il punteggio di 92-99 al PalaDesio.

11 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto