“Bat box” a Bregnano. La strategia ecologica dei pipistrelli antizanzare

alt

Partita la fase sperimentale

A Bregnano le zanzare quest’anno si contrastano con i pipistrelli. L’idea delle “bat box” per arginare uno dei fenomeni estivi più fastidiosi per grandi e piccini è stata lanciata dall’assessorato all’Ecologia e allo Sport e dal Parco del Lura.
«La disinfestazione chimica è relativa ad un periodo di tempo limitato, inoltre vengono utilizzati per l’appunto dei prodotti chimici – precisa l’assessore all’Ecologia, Enrico Scotti – Pertanto abbiamo pensato alla soluzione delle “bat

box”».
Le casette per i pipistrelli hanno fatto così il loro ingresso sul territorio comunale: due quelle già posizionate, una al laghetto Rosorè e l’altra al Parco Cederna di via don Capiaghi a Puginate. Un progetto sperimentale che potrebbe sostituire in via definitiva la disinfestazione chimica antizanzare che ogni anno viene effettuata al Parco Cederna.
«Se i risultati saranno in linea con le attese potremo pensare di utilizzare questo metodo naturale invece della disinfestazione più tradizionale attuata annualmente», conferma l’assessore Scotti.

Laura Omodei

Nella foto:
Una delle “bat box” installate sul territorio di Bregnano e del Parco del Lura

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.