Bcc Brianza e Laghi  aiuta l’auto elettrica con quindici nuove colonnine di ricarica
Ambiente, Territorio, Trasporti e viabilità

Bcc Brianza e Laghi aiuta l’auto elettrica con quindici nuove colonnine di ricarica

Lario sempre più verde. Quindici nuove colonnine di ricarica delle auto elettriche posizionate entro il primo trimestre 2019 tra le province di Como, Lecco e Monza e Brianza.
È questo il frutto dell’accordo siglato tra la Banca di Credito Cooperativo Brianza e Laghi e Enel X presentato ieri nella sede della Bcc di Alzate Brianza dal presidente dell’istituto di credito Giovanni Pontiggia e dalla responsabile Business to Business sales Enel X Sonia Sandei.
Sul Lario le nuove colonnine saranno posizionate tra Como, Alzate Brianza, Lipomo, Erba, Eupilio.
La Bcc, prima banca ad aver siglato questo accordo in Italia, si pone anche al fianco di privati cittadini e aziende che intendano acquistare un veicolo a basse emissioni, tramite il prestito “Formula Green”.
Un momento strategico per il lancio di questa iniziativa: le immatricolazioni delle auto elettriche nel 2018 sarebbero infatti raddoppiate rispetto allo scorso anno.
«È per noi un risultato molto notevole – ha commentato il presidente Giovanni Pontiggia – In primo luogo perché siamo la prima banca che sottoscrive un accordo del genere a sostegno della mobilità elettrica. Abbiamo dato la nostra disponibilità a dare qualche posteggio legato alle nostre sedi e alle nostre filiali, dove in accordo con Enel X installeranno colonnine per il rifornimento dei mezzi a propulsione elettrica».
La Bcc si pone anche al fianco di chi vuole cambiare il suo approccio alla mobilità e vuole passare all’elettrico.
«Noi come penso tutte le Bcc abbiamo a cuore il tema della salvaguardia e della tutela dell’ambiente e questo è un modo vero per contribuire a fare investimenti su quello che l’ambiente richiede. E il settore automobilistico “verde” è uno degli obiettivi su cui è necessario puntare per ottenere uno sviluppo che sia effettivamente sostenibile soprattutto con un ambiente vivibile e a misura d’uomo. Questa era una sfida cui non potevamo sottrarci e sono perfettamente convinto che solo attraverso l’attuazione di progetti che partono dal basso, si possano raggiungere obiettivi di valore».
L’obiettivo è anche allargare il progetto e coinvolgere i Comuni.
«È un obiettivo vero, reale e concreto. Mi auguro che con questa iniziativa gli amministratori locali ci consentano di poter ampliare e accrescere questa rete. Faremo da tramite per potenziare la rete dei servizi delle amministrazioni locali».
«Bcc è la prima banca in Italia a siglare un accordo di partnership per lo sviluppo delle infrastrutture di ricarica con noi – ha detto ieri da parte sua Silvia Sandei, manager di Enel X – È una banca che rivela una grande capacità di visione. E lo ha dimostrato. Il progetto che acquista un’auto elettrica ha necessità di avere punti di ricarica diffusi sul territorio, senza ansie e preoccupazioni. Specie in quei luoghi in cui sosta per le necessità quotidiane come andare in banca, in posta o a fare la spesa. Senza mai temere di rimanere con le batterie a secco».
L’idea ora è allargare il progetto anche ai Comuni del territorio.
«Sono già parte attiva perché i canali attraverso i quali stiamo realizzando le strutture di ricarica pubblica sono aziende private ma anche le amministrazioni locali nei luoghi in cui c’è maggiore richiesta di energia per le ricariche».
Oggi l’immatricolazione delle auto elettriche è un fenomeno in costante aumento.
«Abbiamo indicatori estremamente positivi – ha concluso – anche nel settore dell’industria dove percepiamo forti investimenti in questa direzione. I modelli di auto elettriche in arrivo nei listini delle case automobilistiche saranno sempre di più nei prossimi tre-quattro anni».

6 Dicembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto