“Bellezze interiori”, giardini e ville da scoprire nel segno dell’accoglienza

Villa Giuliani a Brunate

Per ricordare don Roberto, a Brunate e a Como, verranno illustrate le realtà locali che si occupano di accoglienza a persone senza dimora

Il Festival “Bellezze interiori” in programma sabato 19 e domenica 20 settembre a Como e a Brunate, apre le porte di palazzi e giardini nel segno della scoperta e dell’accoglienza. Giocando sul doppio significato dell’aggettivo “interiori”, la rassegna svela le bellezze nascoste del territorio e alimenta lo spirito con eventi di musica e arte. Sarà una due giorni che vedrà coinvolti 15 luoghi tra privati e pubblici dove saranno ospitati 40 eventi tra musica, arte, cultura, laboratori e molto altro. Un programma ricco pensato per abbracciare un pubblico eterogeneo.
Diverse le novità di questa edizione, a cominciare dalle speciali audioguide realizzate per accompagnare i visitatori, in totale sicurezza, in un’esperienza di immersione totale tra aneddoti storici e riferimenti architettonici. I visitatori (si consiglia di portare i propri auricolari), previo acquisto del biglietto, con l’ausilio della mappa potranno accedere ai luoghi secondo un proprio itinerario. L’evento è stato realizzato dalla cooperativa Tikvà grazie al contributo della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca Onlus, della Camera di Commercio Como-Lecco e delle Acli. È patrocinato dai Comuni di Como e di Brunate.
«Il festival “Bellezze interiori” è un progetto che ha a cuore la costruzione di legami nella città – spiegano gli organizzatori – in questo spirito abbiamo scelto di rinviare l’apertura dei giardini al termine della cerimonia che si terrà questa mattina in Duomo in ricordo di don Roberto Malgesini. È il nostro modo di essere solidali al dolore della città e ai valori che don Roberto ha incarnato».
Per ricordare degnamente don Roberto, sia a Brunate che a Como, inoltre, uno degli spazi della manifestazione sarà dedicato a presentare le realtà locali che si occupano di accoglienza a persone senza dimora. Sabato, dunque, i giardini e i luoghi visitabili saranno aperti dalle ore 11 alle ore 18. Domenica, dalle ore 9 alle 18. La biglietteria sarà invece normalmente attiva dalle 9 alle 18.
«Si è puntato molto anche sul coinvolgimento di giovani artisti – spiega Domenico Peluso, project manager dell’iniziativa – conosciuti anche all’estero ma poco inseriti in occasioni culturali nella nostra città. Ci saranno docenti e neodiplomati del Conservatorio di Como, associazioni giovanili, artisti dell’Accademia di Brera e fotografi premiati».


I Luoghi aperti
A Como saranno aperti Palazzo Lambertenghi, Palazzo Albricci Peregrini, Villa Mantero e Torre Gattoni, il Collegio Gallio, Palazzo Arturo Stucchi e i giardini pensili di via Lambertenghi 34 e di via Alessandro Volta 66.
A Brunate apriranno le porte al pubblico alcuni gioielli dell’architettura moderna e liberty tra cui Villa Cornelia, Villa Cantoni, Villa Rizzoli Orlandi e Villa Cantaluppi Giuliani.
Il biglietto di ingresso costa 10 euro se acquistato online al sito www.bellezze interiori.it; 12 euro se acquistato presso Cooperativa Tikvà in via Sant’Abbondio 4 a Como, oppure presso la Biblioteca Comunale di Brunate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.