Cronaca

Bilancio, i gruppi preferirebbero un politico

altPrime indicazioni da parte delle forze che sostengono il centrosinistra

Il primo a dirlo chiaramente è stato Stefano Legnani, capogruppo del Partito Democratico. «Sono dell’idea che il futuro assessore debba essere un politico – ha dichiarato l’altro giorno al Corriere di Como – Sono molto dispiaciuto per le dimissioni dell’assessore Giulia Pusterla. È una persona di grande valore. Tuttavia, adesso bisogna guardare avanti. Faremo suggerimenti e proposte al sindaco, il quale deciderà in piena libertà». Politico o tecnico? Il dibattito sul futuro responsabile

del Bilancio a Palazzo Cernezzi si è subito proiettato sulle caratteristiche del successore della Pusterla.
Quest’ultima, commercialista apprezzatissima in città e conosciuta per indubbie capacità professionali, era certamente un “tecnico”. Pur essendo sostenuta apertamente dal consigliere regionale del Partito Democratico, Luca Gaffuri, ha sempre mantenuto un profilo di autonomia piena dai partiti e dalle liste civiche che compongono il centrosinistra a Como.
Nessuna separatezza, in verità. Soltanto una normale rivendicazione dei propri margini di movimento, che hanno portato in un anno e mezzo a qualche conflitto. L’ultimo, il più significativo, sulla vendita delle farmacie. Delibera che ha visto il voto contrario dei consiglieri di Paco-Sel.
Le dimissioni di Giulia Pusterla cambiano ovviamente scenario. E offrono quantomeno lo spazio per una discussione.
Marco Tettamanti, capogruppo di Como Civica, sostiene che «una valutazione compiuta sia prematura. La priorità, adesso, è affrontare le delibere di bilancio già calendarizzate in consiglio comunale – dice – In seguito, si potrà fare un ragionamento. Certo, le dimissioni dell’assessore Pusterla sono state un fatto totalmente inaspettato. Sostituirla sarà difficile perché si tratta di una persona capace come poche in questo campo. Tuttavia, a mio avviso non è una caratteristica indispensabile che il nuovo assessore debba essere un tecnico. Penso che si possa fare anche una scelta politica», conclude Tettamanti.
Un ragionamento simile giunge da Luigino Nessi, capogruppo di Paco-Sel. «Discuteremo di quanto accaduto nel nostro coordinamento convocato per mercoledì (domani, ndr) – dice Nessi – La Pusterla, cui va il nostro ringraziamento, era molto preparata e ha lavorato in condizioni molto difficili. Nulla da dire. Ma il Bilancio è un ruolo chiave in qualsiasi amministrazione. La mia opinione personale è che si debba poter unire le due cose: preparazione e attenzione politica». La decisione finale, dice ancora Nessi, «spetta ovviamente al sindaco che, sono convinto, sceglierà in modo corretto confrontandosi con la maggioranza. Ripeto: per me, serve un politico che sia preparato come un tecnico ma che sappia dialogare con il consiglio comunale in modo aperto».
Indirizzato verso un «assessore che sia nello stesso tempo un buon politico e un buon tecnico» è anche Marco Servettini, capogruppo e unico consigliere di Amo la mia città. «Come cittadino e come amministratore mi sono sempre sentito al sicuro con Giulia Pusterla, la cui competenza tecnica è indubbia. Non sono mai nemmeno pesate differenze politiche. Una figura equivalente mi tranquillizzerebbe, anche se comprendo come un ruolo amministrativo debba essere soprattutto politico. Deciderà il sindaco».
IL BILANCIO IN COMMISSIONE E IN CONSIGLIO COMUNALE
Ieri, intanto, l’assestamento del bilancio di Palazzo Cernezzi è stato discusso prima in commissione e quindi in consiglio comunale. È stato il sindaco, Mario Lucini, a presentare il documento dopo aver assunto l’interim dell’assessorato. Sempre ieri, a proposito delle variazioni previste, si è fatta sentire la Confcommercio che con una lettera allo stesso sindaco è tornata a chiedere un’attenuazione delle tariffe sui rifiuti (Tares). Confcommercio ha chiesto che il Comune, in un momento di grave crisi economica, sostenga le imprese.

Da. C.

Nella foto:
Giulia Pusterla si è dimessa la settimana scorsa da assessore al Bilancio del Comune di Como
19 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto