Bimbo azzannato dal cane, la proprietaria dell’animale indagata per omessa custodia

2016_02_09_blevio

La proprietaria del rottweiler, che ieri ha azzannato un bambino di due anni a Blevio, dovrà rispondere di fronte alla Procura di omessa custodia di animale. Il pm di turno, Mariano Fadda, ha aperto un fascicolo sulla vicenda in attesa di valutare anche l’eventuale contestazione di lesioni.

Il piccolo ieri pomeriggio stava passeggiando con la nonna in frazione Sopravilla quando all’improvviso – e senza apparente motivo – è stato aggredito dall’animale e ha riportato ferite gravi. Soltanto l’aiuto di alcuni residenti ha permesso di liberarlo dalle fauci del cane ed evitare conseguenze peggiori.
Le indagini sono condotte dalla Polizia Locale di Blevio che nel frattempo è riuscita a mettersi in contatto con la giovane proprietaria, identificata grazie al microchip. Pare che non fosse la prima volta che il rottweiler si allontanava da casa. Un altro episodio risalirebbe allo scorso gennaio, in quella circostanza però non avrebbe ferito nessuno.

Cosa ben diversa quella capitata ieri pomeriggio, davanti agli occhi sconvolti della nonna, 66enne. Sia il piccolo sia la signora sono stati trasportati all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. La nonna è già stata dimessa, mentre il bimbo è ancora ricoverato in Pediatria. Ieri è stato portato in sala operatoria per suturare le lesioni alla testa e alla gamba. Da quanto si apprende ha passato una notte tranquilla. E’ ancora presto per dire quando potrà lasciare il presidio. In via Ravona è seguito costantemente da un equipe di medici che include gli specialisti della chirurgia plastica e maxillofacciale.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati