Bit, i cugini lecchesi in pole position

Como dall'alto

Lecco sarà alla Borsa Internazionale del Turismo con il progetto Interreg “Le vie del viandante 2.0”. Francesca Bonacina, assessore al Turismo del Comune di Lecco, sottolinea le ambizioni del progetto che unirà Milano e la Svizzera passando per il San Bernardino, la Valchiavenna e le province di Lecco e Como, con il Comune di Lecco capofila: «Saremo alla Bit con una proposta di pacchetti turistici che valorizzano il Lario; sono stati coinvolti diversi partner che hanno sviluppato la parte riguardante il marketing, mentre per la Svizzera il partner è l’Ente Turistico del Moesano. Il progetto ha avuto un finanziamento di 1 milione e 700mila euro; di questi, 1 milione e 500mila euro provengono dal Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg». «Diverse ricerche di mercato confermano l’appeal dei cosiddetti “Cammini” che incrociano arte, paesaggio, cultura – aggiunge Bonacina – ad oggi stiamo ultimando un tratto di sentiero ad Abbadia Lariana, ma l’ambizione è dare vita a un vero e proprio “sistema” che unisca i Cammini». «Penso che il brand “Lago di Como” possa essere maggiormente valorizzato attraverso un lavoro di coordinamento della Camera di Commercio – conclude l’assessore lecchese – se ci poniamo alcuni obiettivi e investiamo in progetti a lungo termine, sarà più facile generare una filiera di piccole imprese turistiche che offrono servizi locali; questa è stata la direzione che abbiamo seguito per il progetto “Le vie del viandante 2.0”».
Al progetto dei Cammini, la città di Lecco aggiunge una ragguardevole offerta espositiva e museale. «Nell’ottica di promozione di Villa Manzoni – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza – il piano terra della dimora è stato restaurato e abbiamo ultimato il nuovo percorso multimediale». «Palazzo delle Paure ha sviluppato progetti di circuitazione nazionale delle grandi mostre – aggiunge Piazza – Dopo quella dedicata ai Macchiaioli, nell’aprile 2020 arriverà una grande esposizione dedicata ad Alfred Hitchcock. Sempre al Palazzo delle Paure, oggi apre “Manzoni nel cuore”, una raccolta di testimonianze sullo scrittore provenienti da collezioni private.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.