Cronaca

Blevio, esonda il Valle. L’acqua travolge le case: quattro famiglie evacuate

altIl vicesindaco Cappi: «La situazione è critica»
Un torrente, il Valle, esondato. Un fiume di acqua e fango che ha travolto una intera frazione di Blevio, Sorto. Acqua che nelle case ha raggiunto anche il livello di un metro e mezzo, travolgendo tutto quello che trovava. Solo un miracolo ha evitato che ieri mattina, nel paese affacciato sulla sponda orientale del Lario, si contassero le vittime oltre che le devastazioni. Il tutto a causa del violentissimo temporale che ha flagellato la città di Como e i paesi del lago. È stata Blevio a pagare

le conseguenze più care, con danni ingenti che non è ancora possibile calcolare. Sono quattro le famiglie evacuate, tre nella frazione già citata di Sorto, una in quella di Sopravilla. Anche se in questo caso si è trattato soprattutto di una precauzione. In totale sono otto le persone senza casa, più altre quattro che erano ospiti dalle famiglie colpite e che sono state allo stesso modo sfollate.
A fare il punto della situazione, a metà pomeriggio, è il vicesindaco del paese, Silvia Cappi, che con il primo cittadino Alberto Trabucchi ha compiuto più sopralluoghi nelle frazioni colpite.
«La situazione è critica – dice concedendo qualche secondo ai taccuini, prima di ritornare ad affrontare le problematiche del momento – Il Valle è esondato e ha portato su Sorto una quantità incredibile di materiale, fango e tronchi. Confermo che sono quattro le famiglie che saremo costretti ad evacuare». Sul posto fin dal primo momento anche i vigili del fuoco che hanno lavorato duramente per aiutare i residenti.
Impressionante quanto si è verificato sul retro di una delle quattro case colpite affacciate sulla Lariana. Tra la montagna e il muro della palazzina, si è creata una vera e propria piscina che non ha trovato altro sbocco se non quello di forzare porte e finestre e riversarsi prima negli appartamenti e poi, sempre dalle finestre, direttamente in strada. Danni impressionanti che solo nelle prossime ore potranno essere quantificati. Nella speranza che il cielo non faccia più i capricci e che la pioggia cessi di cadere.
Non è la prima volta che il torrente Valle crea simili disagi. Una situazione pressoché analoga si era già verificata nel 2012. Ieri mattina l’incubo si è ripresentato tale e quale a due anni fa.

Mauro Peverelli

Nella foto:
I soccorritori e i volontari rimuovono il fango che si è abbattuto sulla frazione di Blevio dopo l’esondazione del Valle
12 Ott 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto