Blitz dei carabinieri a Campione d’Italia. Lavoratori in nero e cibi in cattivo stato

Campione d'Italia

Lavoratori in nero, certificati mancanti ma anche un quintale di alimenti in cattivo stato in dispensa.
È lungo l’elenco delle irregolarità riscontrate dai carabinieri di Campione d’Italia nell’ambito di un controllo a tappeto in bar e ristoranti dell’exclave effettuato venerdì tra le 18 e la mezzanotte.
Quattro persone sono state denunciate a piede libero e sono state comminate sanzioni per complessivi 80mila euro.
I carabinieri di Campione hanno effettuato i controlli con i colleghi del Nas di Milano e dell’ispettorato del lavoro di Como. I denunciati sono una 34enne cinese amministratore del ristorante “Kirin”, una 46enne russa titolare del bar “La Bodeguita”, un 46enne italiano amministratore della società Campione Express, che gestisce il bar riservato al personale all’interno del casinò e infine un cinese, legale rappresentante dello Week Restaurant, sempre all’interno della casa da gioco.
Nei casi di lavoratori in nero, le attività sono state sospese fino alla regolarizzazione del personale. Decisamente lungo l’elenco delle sanzioni.
I carabinieri del Nas hanno comminato multe per un totale di 9.500 euro, alle quali si aggiungono quelle dell’ispettorato del lavoro per un totale di quasi 70mila euro.
I controlli intanto proseguiranno anche nelle prossime settimane.

L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola domenica 6 maggio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.