Cronaca

Blitz della Finanza: affitti in “nero” per 500mila euro

alt

In ben 15 casi i proprietari degli immobili erano anche completamente sconosciuti al fisco. I militari hanno chiuso un lavoro iniziato 10 mesi fa
Operazione delle fiamme gialle di Olgiate Comasco: interessati 31 appartamenti dal confine alla Bassa

L’affitto era versato in contanti, completamente in nero, o in alcuni casi con un ammontare decisamente superiore a quello che veniva dichiarato.
La compagnia della guardia di finanza di Olgiate Comasco, al termine di dieci mesi di indagini dell’operazione che è stata denominata “Clean Leases”, è riuscita a portare alla luce una evasione immobiliare relativa ad affitti non dichiarati di circa 500mila euro.
Le case finite nel mirino delle fiamme gialle erano situate in molti comuni

del territorio controllato dalla compagnia di Olgiate Comasco, e per la precisione lungo la fascia di confine, tra Drezzo, Uggiate Trevano e Bizzarone, per poi scendere a Appiano Gentile, Lurate Caccivio, Guanzate, Bulgarograsso, Lurago Marinone, Rovellasca, Lomazzo, Guanzate e Rovello Porro, senza dimenticare ovviamente la stessa Olgiate Comasco.
I proprietari di case non si conoscevano l’uno con l’altro, e anche le tipologie di case affittate erano diverse l’una dall’altra, da case di corte ad appartamenti in condomini.
Gran parte delle strutture erano locate a stranieri, ma non mancavano nemmeno molti italiani.
Le quote di affitto, tra l’altro, nonostante il “nero”, non erano molto più basse del normale e andavano dai 500 ai 600 euro al mese. Nelle indagini è finita anche la verifica su un proprietario di casa lariano che disponeva di un immobile a Roma. Anche in quest’ultimo caso l’affitto non era stato dichiarato per un ammontare complessivo di quasi 200mila euro. Sono stati 31 in tutto i casi individuati di affitti non regolari.
In alcuni casi gli inquilini, oltre a essere indotti a pagare il canone pattuito rigorosamente in contanti, a volte erano addirittura ignari di quale fosse la tipologia di contratto che li autorizzava ad usufruire delle case.
In 15 casi su 31, i proprietari degli immobili non solo hanno affittato gli appartamenti “in nero”, ma sono addirittura risultati completamente sconosciuti al fisco.
Negli altri 16 episodi riscontrati dalla guardia di finanza di Olgiate Comasco, i contratti di locazione registrati erano notevolmente inferiori rispetto ai canoni effettivamente chiesti agli inquilini.
In nessuno degli appartamenti controllati sono stati trovati clandestini. Non ci sono dunque rilievi penali ai proprietari delle case ma la questione rimarrà “solo” sul piano amministrativo. Per risalire ai “furbetti” degli affitti le fiamme gialle hanno incrociato le informazioni raccolte dalle banche dati con il controllo economico del territorio, completando l’operazione con sopralluoghi e appostamenti mirati per capire chi realmente vi abitasse e chi riceveva il compenso della locazione.

Mauro Peverelli

Nella foto:
L’operazione della guardia di finanza proseguiva da 10 mesi. Sono stati 31 i casi di affitti in nero scoperti dalle fiamme gialle di Olgiate Comasco
15 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto