Bocciofila e Trattoria dei Combattenti, novità in vista

Bocciofila e Trattoria dei Combattenti, novità all’orizzonte. Questi due luoghi di aggregazione comaschi, che negli anni passati hanno rappresentato dei punti di riferimento e di ritrovo per il capoluogo, hanno vissuto vicende alterne. Dal 2014 la trattoria è infatti chiusa e a nulla sono serviti i tentativi messi in atto, tra amministrazione comunale e gestori, per cercare di risolvere l’espo – sizione debitoria, a favore di Palazzo Cernezzi, di oltre 50mila euro. Intanto, per la bocciofila – il cui contratto di affitto per i locali di via Balestra, di proprietà del Comune, è scaduto da anni – potrebbe essere trovata una soluzione già nei prossimi giorni. Da un lato, Palazzo Cernezzi sta lavorando per riaprire in tempi rapidi il ristorante. «Come amministrazione comunale siamo tornati da poco in possesso dei locali. I materiali presenti, sottoposti a sequestro giudiziario per l’ina – dempienza dei passati gestori, sono stati spostati in un magazzino così da permetterci di predisporre un nuovo bando, che sarà già pronto nei prossimi giorni, per poter ridare in concessione la trattoria», spiega l’assessore al Patrimonio del Comune di Como, Marcello Iantorno. Nel bando è stato inserito, oltre ai locali del ristorante, anche uno spazio aggiuntivo ricavato da un’ex chiesa sconsacrata che comunica con la vecchia trattoria. «Sono già numerose le manifestazioni di interesse giunte in Comune», chiude Iantorno. Per quanto riguarda la bocciofila, va precisato che, nonostante il contratto di affitto sia scaduto da alcuni anni, l’attività non si è interrotta. E tutto è ormai pronto per arrivare a un rinnovo consensuale, anche se esiste un piccolo problema legato ad alcuni lavori necessari, relativi al tetto dell’impianto sportivo, che verranno eseguiti dal Comune. Un intervento che sarà presto oggetto di discussione in giunta

Articoli correlati