Bonaccini, Pd-M5s?Intese non a tavolino

Si fanno se vi è una convergenza programmatica

(ANSA) – ROMA, 1 GIU – Il Pd nazionale troppo acquiescente nei confronti del M5s? "Sì, può essere" ma le alleanze "non si fanno a tavolino, si fanno se vi è una convergenza programmatica e quando sarà il momento credo che solo attorno a quella si potrà vedere se sono compatibili i programmi e i progetti per l’Italia". Così Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, ospite di Omnibus su La7 ha risposto a una domanda sull’idea lanciata da Franceschini di un’alleanza permanente tra Pd e 5 Stelle. In Emilia-Romagna, ricorda il governatore rieletto a gennaio, "ho vinto senza i Cinque stelle e contro una destra che sembrava imbattibile. Abbiamo vinto perché abbiamo offerto ai cittadini di questa regione un progetto che hanno ritenuto in maggioranza più convincente rispetto a quello degli avversari. L’importante è una proposta e un progetto per il Paese, al di là delle egemonie e del fatto che inevitabilmente si deve tenere conto delle forze reali che sono in Parlamento"

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.