Bonus asilo nido, tribunale ‘erogarlo a tutti stranieri’

Discriminatorio escludere quelli senza permesso di lungo periodo

(ANSA) – MILANO, 16 NOV – Il Tribunale di Milano ha dichiarato illegittima e discriminatoria l’esclusione dal "bonus asili nido" degli stranieri privi del permesso di lungo periodo e ha ordinato all’Inps e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri di consentire, in tutt’Italia, l’accesso alla prestazione a tutti gli stranieri che soggiornano regolarmente. Ne danno notizia Asgi (Associazione Studi Giuridici sull’immigrazione), Apn (Avvocati per niente onlus) e Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità) che hanno fatto ricorso alla Magistratura, dopo le vicende dell’assegno famiglie numerose e del "Bonus mamma domani" in cui le associazioni erano riuscite a ottenere la dichiarazione di illegittimità delle norme precedenti. "Nel caso del bonus asili, l’esclusione era ancora più ingiusta perché dal 2020 il bonus è stato esteso anche alle famiglie facoltose – scrivono – ma non ai cittadini stranieri con permesso ordinario che sono spesso in condizione di maggior bisogno economico e per i quali quindi la possibilità per entrambi i genitori di avere assistenza per i figli piccoli e accedere così al mercato del lavoro è particolarmente importante". Inoltre, "in caso di bambini impossibilitati a frequentare il nido a causa di una condizione di disabilità, la prestazione si traduce in una somma da erogare alle famiglie per le spese di assistenza a casa e, dunque, una esclusione basata esclusivamente sul titolo di soggiorno era particolarmente irragionevole". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.