Cronaca

Boom di partiti e movimenti. Sono 21 i simboli in corsa

L’ultimo a depositare la lista è stato il leader di “Bunga Bunga”
La ventunesima e ultima lista per le regionali è stata depositata in Tribunale a Como esattamente a mezzogiorno, allo scoccare dell’ultimo minuto utile per la presentazione delle candidature.
A chiudere i giochi è stato il Movimento Bunga Bunga, che ha consegnato le firme raccolte a sostegno di tre soli aspiranti consiglieri regionali.
Per sapere se questa, e tutte le altre compagini, saranno effettivamente sulla scheda a febbraio, si dovrà comunque attendere ancora qualche ora. La commissione di controllo farà le necessarie verifiche sulla

validità della documentazione di tutti i partiti in corsa.
Intanto, complessivamente, i candidati delle 21 liste presentate a Como sono 100. In ciascuna lista si potevano elencare un massimo di 5 nomi.
La quasi totalità dei gruppi ha riempito tutte le caselle, a eccezione del Movimento Cinque Stelle, del Partito Socialista Italiano e di Amnistia Giustizia Libertà, che si sono fermati a quattro aspiranti consiglieri. Oltre al già citato Movimento Bunga Bunga, che ha indicato soltanto tre nomi.
Al terzo piano del Tribunale di Como, quella di ieri è stata una giornata di intenso lavoro. Numerosi i funzionari presenti per raccogliere le liste e poi avviare la verifica della documentazione presentata. Due i gruppi politici arrivati all’ultimo minuto. Oltre al già citato movimento il cui nome è ispirato alle feste nella villa dell’ex premier Silvio Berlusconi, sono arrivati al fotofinish anche gli esponenti della Destra.
Marco Di Nunzio, leader nazionale del Movimento Bunga Bunga è entrato nell’ufficio del Tribunale prima di Antonio Metrangolo, incaricato di consegnare le liste della Destra, ma è uscito per ultimo dall’ufficio. La sua lista risulta quindi depositata esattamente alle 12, mentre quella degli esponenti del partito di Francesco Storace appaiono nelle pagine dell’elenco ufficiale – che segue l’ordine di presentazione – alla ventesima posizione. Orario di consegna indicato: 11.50.
Nella mattinata di ieri, in Tribunale a Como, sono state depositate 6 liste.
I primi ad arrivare, alle 8.30, sono stati i rappresentanti del Pd, che hanno presentato formalmente i cinque nomi noti ormai da due settimane. Il Partito Democratico infatti è stato il primo sul Lario a indicare gli aspiranti consiglieri regionali.
Mezz’ora dopo è toccato agli esponenti della lista Lavoro e Libertà Tremonti 3L. Un momento di pausa per i funzionari del Tribunale, poi è stata la volta di Amnistia Giustizia Libertà e quindi, alle 11, dei rappresentanti comaschi del Popolo della Libertà.
Il partito dell’ex premier Silvio Berlusconi ha lavorato fino all’ultimo giorno utile alla composizione delle liste e gli ultimi nodi sono stati sciolti proprio poco prima della corsa in Tribunale.
Sono ben 15, invece, i partiti e i movimenti che, a Como, non hanno voluto attendere l’ultimo giorno e già nella giornata di venerdì avevano depositato le liste e completato tutte le formalità burocratiche necessarie per partecipare alle elezioni regionali.
Il primato assoluto spetta alla lista Maroni Presidente, a sostegno della candidatura del leader del Carroccio Roberto Maroni. Gli esponenti del gruppo hanno timbrato il cartellino alle 8 in punto di venerdì, conquistando la prima posizione nella lista ufficiale inviata poi dal Tribunale all’ufficio centrale regionale.
Dalle 8 in poi, il via vai di esponenti politici al terzo piano del palazzo di giustizia di Como è stato ininterrotto, con presentazioni serrate registrate alle 8.30, 9, 9.30, 10, 10.15, 10.35, 11.20 e poi, dopo una pausa in concomitanza con l’ora di pranzo, di nuovo senza sosta alle 13.50, 14.15, 14.40, 15.20, 16.25 e 17.
Gli ultimi ad arrivare nella giornata di venerdì sono stati gli esponenti del Movimento Lombardia Civica Albertini Presidente, che hanno depositato i cinque nomi degli aspiranti consiglieri alle 17.25.

Anna Campaniello

27 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto