Boom di visitatori nei forti di Colico

Una veduta panoramica dal forte Una veduta panoramica dal forte

Il forte Montecchio Nord in inverno Il forte Montecchio Nord in inverno

Un 2017 da incorniciare quello appena andato in archivio. I
forti di Colico, Forte Montecchio Nord e Forte di Fuentes,
hanno superato la soglia dei 24mila visitatori annui. Ben
16mila sono stati gli italiani e gli stranieri che hanno voluto
seguire la visita guidata della fortezza meglio conservata
della Prima Guerra Mondiale in Europa. E quasi 8mila i
visitatori di tutto il mondo che hanno fatto una passeggiata
istruttiva tra le rovine del Forte di Fuentes, seguendo il
percorso pannellato.

Un aumento percentuale davvero sensibile per questi due
forti che, da quando sono stati presi in gestione dal Museo
della Guerra Bianca in Adamello (unico museo riconosciuto
da Regione Lombardia specificatamente sulla Prima Guerra
Mondiale), sono risultati in costante crescita. Nel 2017
l’aumento percentuale sul 2016 è stato di circa il 24 per
cento.  Regione Lombardia ha consentito con i suoi fondi, la movimentazione delle  quattro cupole da 149S (tornate a muoversi grazie ai tecnici del museo dopo 70 anni di inattività, ovvero dal termine della Seconda Guerra Mondiale), e l’impermeabilizzazione
della galleria di collegamento tra la caserma e la batteria
corazzata.

Sono arrivati visitatori da tutti e cinque i continenti,
Australia compresa. Molto apprezzato anche il sistema di
audioguida in diverse lingue su cellulare (Ios o Android),
che i cittadini stranieri possono utilizzare durante la visita
gratuitamente sul loro smartphone.
Molte novità seguiranno nel 2018 con nuovi progetti e
nuove rievocazioni con iniziative legate al centenario della
fine della Prima guerra mondiale.

I forti apriranno il prossimo 17 marzo  e
chiuderanno il 4 novembre .

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.