Bordoli: «Basta con i piagnistei, rimbocchiamoci le maniche»

altIl concerto di Capodanno della Famiglia Comasca
È stato un appello tutto in positivo, quello lanciato ieri pomeriggio dal palco del Teatro Sociale da Piercesare Bordoli, presidente della Famiglia Comasca. Un appello a «rimboccarsi le maniche» e a «dedicarsi alla ricostruzione morale e materiale dell’Italia».
Nell’anno in cui il piroscafo “Patria” è tornato finalmente in acqua, coronando un lavoro «ricco di ostacoli», il presidente della Famiglia Comasca ha preferito evitare le bacchettate sulle dita di politici e amministratori

locali, incitando il pubblico del Sociale a guardare avanti: «Lasciamo spazio alla speranza», ha infatti aggiunto Bordoli.
L’appuntamento con il tradizionale concerto di Capodanno della “Banda Baradello”, come sempre organizzato nel teatro cittadino e come sempre molto affollato (l’intero programma andrà in onda lunedì 6 gennaio, alle 12, su Etv), è stato anche l’occasione per ricordare a tutti sia il successo del restauro del vecchio piroscafo “Patria” – operazione che Bordoli ha ricondotto anche alla caparbietà della Provincia e di Leonardo Carioni, prima presidente e ora commissario dell’ente che ha sede a Villa Saporiti – sia la «notizia dell’assegnazione alla Famiglia Comasca della massima onorificenza cittadina, l’Abbondino d’Oro. Un riconoscimento – ha detto senza nascondere la sua soddisfazione Bordoli – molto importante, perché sta a dimostrare che la nostra città apprezza ciò che da 45 anni stiamo costruendo in modo disinteressato e con amore».
Altra notizia positiva per l’associazione lariana è il rilancio della sezione dialetto che, ha spiegato il presidente della Famiglia Comasca, «stava estinguendosi per la graduale scomparsa dei suoi componenti». La sezione dialetto adesso «è rinata ed è pronta a riprendere un’intensa attività» grazie a una trentina di persone che facevano parte di tre gruppi diversi ora confluiti appunto nella Famiglia Comasca.
Bordoli ha infine ricordato come Palazzo Cernezzi, nonostante le poche risorse, abbia «fatto propria» l’operazione “Un albero per la tua città”, accettando il suggerimento di «dar corso al primo rifacimento totale del verde in un viale» del capoluogo lariano.

Nella foto:
Affollatissima, come sempre, la platea del Teatro Sociale in occasione del concerto di Capodanno della “Banda Baradello”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.