Borsa: Europa amplia calo, effetto greggio, Milano -1%

Giù oro e metalli

(ANSA) – MILANO, 12 FEB – Ampliano il calo le principali borse europee nel giorno dei dati macroeconomici del Regno Unito. Il Pil inglese è rimbalzato nell’ultimo trimestre dell’anno (+1%), a fronte però del peggiore calo annuo (-9%) dal 1709. Negativi i futures Usa, in attesa della fiducia dei consumatori misurata dall’Università del Michigan. Atteso anche un intervento del presidente della Fed di New York John Williams e, in serata, il budget federale dell’Unione. Madrid (-1,39%) è la peggiore preceduta da Milano (-1%), Francoforte (-0,83%), Parigi (-0,7%) e Londra (-0,6%). In calo il greggio (-1% Brent e Wti), l’oro (-1,4%) e i principali metalli ad eccezione del minerale di ferro (+1%). In rialzo il dollaro a 1,21 sull’euro e 1,37 sulla sterlina. Sprint di Ing (+4,63%) tra i bancari dopo i conti, con un calo dell’utile inferiore alle stime degli analisti. Di segno opposto l’andamento di Bbva (-2,4%), Santander (-2,2%) e Credit Agricole (-1,07%), oggetto di prese di beneficio all’indomani dello sprint sui conti. Ancora difficoltà invece in Piazza Affari per Mps (-2,67%) e Unicredit (-1,9%), che ha presentato i conti due giorni fa a mercati chiusi, con un rosso di 2,8 miliardi. Giù anche Bper (-1,9%) e Banco Bpm (-1,1%), più cauta invece Intesa (-0,8%). Deboli i petroliferi Eni (-1,25%), Total (-1,2%), Shell (-1,05%) e Bp (-1%), insieme agli estrattivo-minerari Glencore (-2,3%), Rio Tinto (-1,7%) e Bhp (-1,6%). Ancora acquisti sui produttori di microchip Be (+2,9%) e Asml (+1,8%), mentre rallenta Stm (+0,17%), più tonica in apertura. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.