Borsa: Europa guarda ad Opec e Consiglio Ue, Milano -0,05%

Listini poco mossi

(ANSA) – MILANO, 19 AGO – Listini fiacchi nel Vecchio Continente, dove gli occhi sono puntati sul vertice dei Paesi di Opec+ e sul Consiglio dell’Ue, convocato in seduta straordinaria per affrontare il nodo della Bielorussia. Sullo sfondo resta alto l’allarme coronavirus, con oltre 22 milioni di contagi nel mondo. Quasi in parità Milano (-0,05%), preceduta da Parigi, Londra e Francoforte, in rialzo tutte dello 0,1%, mentre Madrid cede lo 0,2%. Positivi i futures Usa. Salita oltre le stime l’inflazoione nel regno Unito, mentre il dato dell’Ue è atteso alle 11. In arrivo dagli Usa le richieste settimanali di mutui e i verbali dell’ultimo Comitato Federale della Fed, che si è tenuto lo scorso 29 luglio lasciando invariati i tassi. In calo il settore petrolifero e delle materie prime, legato all’andamento dell’oro (-0,88% a 1.990 dollari l’oncia). Bp cede lo 0,94%, Shell lo 0,51% ed Eni lo 0,22%, mentre resta quasi in equilibrio Total (-0,09%). SEgno meno anche per gli estrattivo-minerari Bhp (-1,35%) e Riuo Tinto (-0,67%), mentre il comparto dell’auto si muove sotto traccia, con Peugeot (-0,63%), Renault (-0,6%), Fca (-0,15%) e Volkswagen (-0,1%). In rialzo tra i bancari Banco Bpm (+0,54%), stabile Intesa (+0,04%), negativa Unicredit (-0,12%). Più deboli Sabadell (-0,85%) Bankinter (-0,4%) e SocGen (-0,3%). Sotto pressione il Galapagos (-25,3%), un cui farmaco è stato bocciato negli Usa, mentre corre il birrificio danese Royal Unibrew (+9,21%), titolare dei marchi Ceres, Faxe e Lemonsoda, che ha rialzato le stime per l’intero esercizio. Rimbalzo di International Consolidate Airlines, già British Airways e Iberia, che risale per il secondo giorno consecutivo (+3,85%), dopo 4 sedute in rosso. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.