Borsa: Europa in rosso, male banche e petroliferi

Corrono i semiconduttori

(ANSA) – MILANO, 31 MAR – Proseguono in rosso le principali Borse europee verso fine seduta, con Wall Street contrastata nel giorno del piano Biden per le infrastrutture e dell’aumento delle tasse per le imprese negli Usa, mentre l’inflazione della zona euro a marzo risulta in aumento e la presidente della Bce, Christine Lagarde, chiede velocità sul Recovery e parla di tempi lunghi prima di ridurre gli stimoli per l’economia. Unica in positivo Milano (+0,09%), seguita da Francoforte (-0,01%), Madrid (-0,2%), Parigi (-0,4%) e Londra (-0,7%). In rialzo l’oro (+1%) a 1.703, 87 dollari l’oncia e guadagna anche l’argento (+0,9%) a 24,28 dollari L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, perde lo 0,1%. Pesanti i petroliferi, soprattutto Lundin (-2,7%) e Bp (-2%), nonostante il greggio che guadagna (wti +0,7%) a 61 dollari al barile, alla vigilia dell’Opec plus. Sofferenti le banche, a iniziare da quelle scandinave per continuare con Banco de Sabadell (-3,5%), Standard Chartered (-2,4%), Banco Bpm (-2,3%) e Kbc (-2,1%). In ordine sparso le auto, con guadagni per alcune, come Ferrari (+2%) e Stallentis (+0,3%), e perdite per altre, come Porsche (-1,4%) e Renault (-1,7%). Corsa per i semiconduttori, come Asm (+4%), Be Semiconductor (+2,9%) e Soitec (+2,4%), in ordine sparso i farmaceutici, con forti guadagni per Hikma (+3,7%) e Ipsen (+5%) e perdite per Novartis (-1,4%) e Glaxo (-0,9%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.