Borsa: Europa rallenta con indici Pmi, Francoforte +0,15%

Meglio Parigi (+0

15 (ANSA) – MILANO, 01 OTT – Sono bene intonati i listini europei, al pari dei futures americani, sulla scia dei segnali di possibili passi avanti a Washington su un nuovo pacchetto di stimoli all’economia ma hanno perso lo slancio iniziale. Gli indici dei responsabili agli acquisti nelle imprese manifatturiere, nel complesso in lieve rialzo a settembre rispetto ad agosto, rallentano soprattutto la Borsa di Francoforte che riduce i guadagni (+0,15%) alla luce dell’indice Pmi manifatturiero a 56,4 (da 52,2 ad agosto) rivelatosi al di sotto del preliminare di 56,6. Più contrastato il dato italiano, accolto con un andamento più cauto a Piazza Affari (+0,30%): l’indice Pmi dell’Italia si è attestato a 53,2 sotto le stime di 53,5 (ad agosto era 53,1). Bene invece la Borsa di Parigi (+0,74%) dove il Pmi a settembre della Francia ha superato il preliminare (51,2 contro 50,9 da 49,8 ad agosto). In linea con le attese a 53,7 invece il valore dell’Eurozona (da 53,1 in agosto) . A Milano si è appesantita Atlantia (-2,45%) e ha invertito la rotta Bper (-1,31%) mentre si è messa a correre Stm (+5,79%) grazie a ricavi trimestrali migliori delle attese. Bene anche Diasorin (+2,6%) con l’ok Usa al test sierologico in una giornata positiva per i farmaceutici fra i quali Novartis (+1,7%) beneficia a Zurigo dei buoni risultati nella sperimentazione di un farmaco per l’atrofia muscolare spinale. A Stoccolma rally di H&M(+6,7%) grazie a conti in miglioramento e al programma di chiusure di negozi. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.