Borsa: Milano -1,6%, pesanti banche

Tra peggiori Unicredit e Intesa

(ANSA) – MILANO, 30 MAR – Avvio di settimana particolarmente pesante per Piazza Affari. Dopo una partenza cauta il listino è andato in caduta verticale con il Ftse Mib che è arrivato a cedere fino al 3% per poi ripiegare a -1,6% (a 16.553 punti) con le dichiarazioni del commissario agli affari economici Paolo Gentiloni circa la possibilità di condivisione del debito. A soffrire più di altri le banche che tra stop & go lasciano sul terreno diversi punti percentuali. Tra le peggiori Unicredit (-7%) che ha deciso il rinvio del dividendo e del buyback 2019. Male anche Intesa Sanpaolo (-7,83% teorico) e, a seguire Mediobanca (-5,5%). Tra gli altri male Leonardo (-4,47%), Bper (-4,75%), Unipol (-3,9%) mentre lo spread tra Btp e Bund è in area 190 punti base. Tra i pochi titoli che si salvano Diasorin (+4%) impegnata in prima battuta nella ricerca di un vaccino contro il coronavirus. Acquisti anche su Cnh (+1,55%) e Italgas (+2,45%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.