Borsa: Milano amplia calo (-1,7%), giù Tim e Banco Bpm

Spread scende a 208 punti

(ANSA) – MILANO, 19 MAG – Amplia il calo Piazza Affari al traguardo di metà seduta (Ftse Mib -1,7%), frenata da Tim (-.7,4% teorico), congelata al ribasso all’indomani dei conti. Lo spread in ribasso a 208 punti, ma sopra ai valori segnati in apertura al secondo giorno di collocamento tra i privati del Btp Italia, non argina le vendite che colpiscono Banco Bpm (-6,28%), Bper (-5%) e Ubi (-3,5%), mentre Intesa (-1,2%) appare decisamente più cauta e Unicredit (-0,5%) gira in territorio negativo. Il crollo del mercato automobilistico europeo in aprile (-78%) affossa Pirelli (-6,19%), congelata anche al ribasso, Ferrari (-2,2%) ed Fca (-2%) . Sotto pressione anche Cnh (-3,76%) a differenza di Exor (+2,34%) a monte della catena di controllo. Giù Saipem (-3,78%) ed Eni (-1,77%) nonostante la tenuta del greggio, difficoltà per Italgas (-4,54% teorico), congelata al ribasso, Tenaris (-5,4%), Prysmian (-4,24%) e Campari (-4,17%). Sotto tiro Stm (-3%), sprint di Enel (+2,53%) e Ferragamo (+1,92%), seguite a distanza da Unipol (+0,5%) e Generali (+0,48%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.