Borsa: Milano brinda a Bce e calo spread

In fondo al listino Fca

(ANSA) – MILANO, 19 MAR – E’ il giorno della riscossa per la Borsa di Milano (+2,29%) come per quelle europee, che hanno seguito dopo qualche incertezza la buona intonazione presa da Wall Street. A favorire il rimbalzo è stato il programma di acquisto di titoli, da 750 miliardi di euro, varato dalla Bce. L’effetto desiderato è stato il restringimento del differenziale Btp-Bund sotto la soglia dei 200 punti (a 193) e l’allontanamento dei timori sulla tenuta dell’Italia e con essa dell’eurozona. A beneficiarne sono stati un po’ tutti i settori, affossati dall’ondata di vendite dell’ultimo periodo per il coronavirus. Rialzi a due cifre per Unipol (+17,7%), Terna (+11,8%), Saipem (+10,7%), Campari (+10%) mentre in fondo al listino è scivolata Fca (-5,13%) dopo la chiusura degli stabilimenti in Usa. Il rimbalzo del greggio ha aiutato Eni (+4%) malgrado la revisione del piano mentre in attesa dei conti è rimasta indietro Enel (-1,02%). Fuori dal paniere dei big rally di Astaldi (+21%) grazie alla vendita del ponte sul Bosforo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.