Borsa: Milano cauta (+0,2%), bene le banche, male Stm e Nexi

Corrono i petroliferi

(ANSA) – MILANO, 08 OTT – Piazza affari ha chiuso poco mossa (+0,2%) la penultima seduta di settimana, così come la maggioranza della altre principali Borse europee, in linea con l’andamento di Wall Street altrettanto poco convinto. A Milano, con lo spread Btp-Bund chiuso in calo a 102,7 e il rendimento del decennale italiano in rialzo allo 0,87%, hanno guadagnato le banche, a iniziare da Carige (+4,3%), Bper (+1,5%), Mps (+1,4%), con la trattativa che prosegue con Unicredit (+1,1%), per continuare con Fineco (+0,6%), Banco Bpm (+0,4%) e Intesa (+0,3%). Non altrettanto bene quelle d’affari, da Banca Mediolanum (-0,9%) a Mediobanca (-0,6%) e Banca Generali (-0,2%). Corsa per i petroliferi, dall’impiantistica di Tenaris (+4,5%) a Saipem (+3,8%) e Eni (+2,3%), col greggio in rialzo (Wti +1,5% a sera) a 79,7 dollari al barile e il Brent a 83 dollari. In positivo le auto, da Ferrari (+0,7%) a Stellantis (+0,6%), bene Exor (+1,3%). Tra i farmaceutici guadagni per Diasorin (+0,8%). In forma Tim (+0,7%). Nell’industria molto bene Interpump, non Prysmian (-1,6%), Atlantia (-0,9%) e Leonardo (-0,5%). Pesanti alcune utility, come A2a (-2,6%) e Hera (-2,5%), sofferente tra i semiconduttori Stm (-2,3%), come il comparto in Europa. Male la paytech Nexi (-2%). Tra i titoli a minore capitalizzazione, rally di Danieli (+6,8%) e Vianini (+4,7%), tonfo di Intek (-5,9%) e Luve (-4%). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.