Borsa: Milano chiude debole (-0,7%), realizzi su Unicredit

Spread in lieve rialzo sopra i 146 punti

(ANSA) – MILANO, 23 LUG – Piazza Affari ha chiuso in coda alle altre borse europee (Ftse Mib -0,7%) dopo aver fatto meglio nella vigilia, tra scambi in linea con la seduta precedente per 1,9 miliardi di euro di controvalore. In calo lo spread a 146 punti (piattaforma Bloomberg), mentre ha invertito la rotta in greggio (Wti +0,14% a 41,97 dollari), rimasto comunque sotto la soglia dei 42 dollari. Prese di beneficio sulle banche, a partirte da banco Bpm (-3,19%) ed Mps (-3,42%), che nelle scorse sedute avevano corso su ipotesi di consolidamento nel settore con l’uscita del tesoro da Montepaschi e limminente conclusione dell’Opas di Intesa (-1,44%) su Ubi (-1,24%), che continuano a muoversi in linea con l’offerta della Ca’ de Sass (1,7 azioni più 0,57 euro per ogni titolo consegnato). Giù anche Unicredit (-2,47%) e Fineco (-1,4%), mentre Eni (-1,22%) ha risentito del calo del greggio per l’intera seduta, perdendosi il rimbalzino finale a borsa ormai chiusa. Positive Unipol (+3,96%), sulle attese degli analisti di Equita sulla trimestrale in arrivo in agosto. Bene Cnh (+2,39%) e Campari (+1,95%), più cauta Fca (+0,62%), positiva Prysmian (+0,83%). Pesante Atlantia (-2,71%) insieme ad Astm (-0,75%), che ha rilevato il pacchetto di maggioranza dell’Autostrada del Frejus. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.