Borsa: Milano chiude debole (-0,81%), pesano Bper e Unicredit

Spread chiude sotto 122 punti

(ANSA) – MILANO, 13 OTT – Piazza Affari ha chiuso in calo (Ftse Mib -0,81%) nonostante lo spread sceso sotto quota 122 punti, con vendite concentrate nel comparto e in quello petrolifero, nonostante il rimbalzo del greggio (Wti +2,18% a 40,28 dollari). In aumento gli scambi per 1,6 miliardi di euro di controvalore, a prova di una discreta vivacità del mercato, che ha trovato gli argomenti su cui concentrarsi. Primo fra tutti la nomina dell’ex-ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan alla presidenza di Unicredit (-3,66%), confermata a mercato chiuso. E’ stata interpretata dalle sale operative con una possibile via d’uscita per il Tesoro da Mps (+8,06%). Segno meno per tutti gli altri titoli, a cominciare da Banco Bpm (-3,08%) altro potenziale protagonista di possibili aggregazioni tra Istituti, dopo quella tra Intesa (-2,24%) e Ubi. Sotto pressione Bper (-5,12%), alle prese con l’aumento di capitale da 800 milioni per rilevare gli sportelli in esubero da quella fusione, mentre Mediobanca ha lasciato sul campo il 3,7%. Il rimbalzo del greggio sopra i 40,3 dollari (Wti +2,4%) non ha giovato né Saipem (-3,64%) né Eni (-1,95%), al pari degli altri colossi petroliferi in Europa. Pochi i rialzi, limitati tra i grandi titoli a Cnh (+1,38%), sull’onda lunga delle indicazioni degli analisti, Terna (+0,62%), Stm (+0,67%), Inwit (+0,54%), Ferrari (+0,32%) ed Enel (+0,33%), che hanno consentito di contenere le perdite dell’indice Ftse Mib. Fuori dal paniere principale ha corso Tiscali (+43,62%), già partner commerciale di FiberCop, la società unica voluta da Tim (+0,2%) come punto di partenza per la rete unica nazionale. Sotto tiro Autogrill (-9,48%), dopo la raccomandazione di vendita di Citigroup, che la ritiene "ancorata in un solco", As Roma (-7,61%), scesa sotto i 19 centesimi dell’Opa di Friedkin e Juventus (-2,22%), dopo la notizia della positività di Cristiano Ronaldo al Covid. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.