Borsa: Milano debole con banche e Fca, corre Diasorin

Pesano anche Unicredit ed Eni

(ANSA) – MILANO, 18 SET – Ultima seduta di settimana negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,09% finale a 19.524 punti, l’Ftse All share lo 0,99% a quota 21.362. In Europa scivolone per Madrid, colpita dal crollo dei titoli bancari dopo l’ufficializzazione della fusione Caxia-Bankia, con l’indice Ibex 35 che ha chiuso in ribasso del 2,2%, mentre Parigi ha ceduto l’1,2%. Londra e Francoforte hanno segnato invece un calo dello 0,7%. Nel paniere principale di Milano, Bper ha perso il 4%, seguita da Leonardo in calo del 3,8%, Fca in ribasso del 3,5%, Unicredit del 3,1%, Generali ed Eni negative entrambe del 2,7%. Pesanti anche Atlantia (-2,5%) e Tim (-2,3%), con Intesa che ha provato a limitare il calo e ha segnato una discesa finale dell’1,6%. Ha tenuto Enel (+0,5%), con Banca Mediolanum (+1,8%) e Nexi (+2,5%) chiaramente controcorrente. Bene anche Inwit, salita del 2,8% dopo essere stata inserita nel principale indice europeo Stoxx 600 mentre il titolo farmaceutico Diasorin, come sempre molto volatile, ha concluso la giornata in crescita del 5,8% a quota 167 euro. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.